rotate-mobile
Politica

Bandelli (un'Altra Trieste); Il Presidente dell'Ater Lobianco farebbe meglio a Dimettersi

Pubblichiamo una nota stampa di Un'Altra Trieste Il Presidente di un Istituto come l’Ater, che in un momento di estrema difficoltà per tutte le famiglie, pensa bene che l’unica soluzione per pagare l’Imu, sia aumentare gli affitti e tagliare la...

Pubblichiamo una nota stampa di Un'Altra Trieste

Il Presidente di un Istituto come l'Ater, che in un momento di estrema difficoltà per tutte le famiglie, pensa bene che l'unica soluzione per pagare l'Imu, sia aumentare gli affitti e tagliare la manutenzione degli edifici, farebbe meglio a dedicarsi ad altra causa

Lo afferma il Capogruppo in Consiglio comunale di Un'Altra Trieste commentando le dichiarazioni del Presidente dell'Ater di Trieste Rocco Lobianco.

Credo - sostiene Bandelli - che la ricetta individuata sia il riconoscimento obiettivo di un'incapacità ad operare secondo lo spirito di equità sociale che dovrebbe caratterizzare la politica di gestione dell'Ater

Sono rimasto sconcertato - afferma Bandelli - dal messaggio che si sta dando ai cittadini in questo momento di grave difficoltà. Aumenti che arrivano anche a 100 euro al mese per famiglia sono aumenti da mercato privato e non da canoni che dovrebbero essere popolari

Forse - attacca Bandelli - Lobianco ha confuso il Cda dell'Ater per quello di Autovie Venete e pensa che anche qui si debba fare cassa a spese dei cittadini

Anziché scegliere la strada delle mani in tasca alle famiglie - prosegue Bandelli - Lobianco si sarebbe dovuto fare carico di rappresentare questa situazione al competente Assessore Riccardi e trovare le risorse nella finanziaria regionale per affrontare una situazione che rischia di diventare emergenziale

E alla luce di questo - evidenzia il Capogruppo di Un'Altra Trieste - risulta ancor più inaccettabile che addirittura si paventino correttivi già a 12 mesi, come se le famiglie che abitano alloggi Ater fossero in condizioni di sopportare ulteriori aumenti

Il timore fondato - secondo Bandelli - è che a certi livelli, dove la sensibilità rispetto al contesto socio-economico in cui si opera, dovrebbe essere elevato, qualcuno perda il contatto con la realtà senza rendersi conto che per diverse famiglie diventa sempre più difficle, a fronte di un aumento generalizzato delle spese, poter onorare il pagamento dell'affitto, figuriamoci sostenere degli aumenti

Aspettiamo a questo punto - conclude Bandelli - una rapida correzione dei calcoli effettuati o l'affidamento dell'Ente a una guida più sensibile alle necessità delle famiglie triestine

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandelli (un'Altra Trieste); Il Presidente dell'Ater Lobianco farebbe meglio a Dimettersi

TriestePrima è in caricamento