Politica

«Bandiere Jugoslave in corteo, il Sindaco chieda scusa alla città»

Interrogazione del consigliere di "Italiani per Trieste" della IV circoscrizione Ignazio Vania a seguito del corteo in occasione della presenza di bandiere Jugoslave nel corteo del Primo Maggio

Interrogazione del consigliere di "Italiani per Trieste" della IV circoscrizione Ignazio Vania a seguito del corteo in occasione della presenza di bandiere Jugoslave nel corteo del Primo Maggio.

Di seguito l'interrogazione

Considerato 
che, Il 1 Maggio, come in quasi tutte le città Italiane viene svolto un corteo organizzato dalle sigle sindacali riunite per la festa del lavoro e a queste solitamente, guardando le bandiere che sfilano, si aggregano parti di partiti politici di sinistra;

Considerato in oltre che, 
nella manifestazione odierna, del sopra descritto corteo, svoltosi nella nostra città , sono state evidenti le infiltrazioni di gruppi inneggianti all'occupazione di Trieste da parte delle truppe Jugoslave Titine, avvenute nel 45 con le conseguenti note attività di infoibamento a danno di Italiani, facendo diventare una manifestazione di lavoratori una manifestazione Politica e anti storica.

Si chiede
al Presidente di interrogare il Sig. Sindaco affinché si possa risalire a chi ha dato l'autorizzazione allo svolgimento del corteo e se questi era a conoscenza della partecipazione allo stesso di persone che avrebbero sventolano e esposto vessilli della ex Jugoslavia inneggiano alle azioni Titine, difatti offendendo la memoria della cittadinanza; in oltre di chiedere se il Sig. Sindaco intende chiedere scusa alla Città per l'increscioso avvenimento e pretendi da parte degli organizzatori le scuse per lo svolgimento del corteo dal momento che gli striscioni delle sigle sindacali erano posizionati dietro una enorme bandiera Jugoslavia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Bandiere Jugoslave in corteo, il Sindaco chieda scusa alla città»
TriestePrima è in caricamento