Politica Piazza Unità d'Italia

Bandiere jugoslave in corteo: presidente Furlanic abbandona l'aula e mozioni bocciate

Non sortiscono l'effetto volute le due distinte mozioni presentate dall'opposizione in merito all'esposizione di bandiere inneggianti l'ex Jugoslavia durante il corteo dei lavoratori per la festa del 1 maggio in piazza Unità. Firmatari Giorgi (Pdl) e Bertoli (Fi) e Rovis (Pdl), Rosolen (Uat), Giacomelli (Fdi) e Grilli (Lcd)

Lorenzo Giorgi: «Non ho parole... Il Pd ha bocciato la mozione».
Paolo Rovis: «Non è stata approvata: ha votato contro il centrosinistra, eccetto le liste liste civiche che si sono astenute e il M5S che non ha partecipato al voto. A favore tutto il centrodestra. È invece stato approvato, con i soli voti del centrosinistra (non della sinistra radicale), un testo che comunque stigmatizza la presenza di simboli titini alla celebrazione della Festa del Lavoro. È un peccato che il Consiglio comunale non si sia espresso in modo unitario sull'opportunità di isolare i provocatori e di vivere nel presente (...) Va dato atto al sindaco Roberto Cosolini di avere tenuto un atteggiamento istituzionale corretto, esprimendo a sua volta condanna a queste offensive esibizioni. Così come in altre occasioni ha oggettivamente dimostrato di voler essere il sindaco di tutti, in continuità con il lavoro di armonizzazione già svolto da Roberto Dipiazza. C'è però un pezzo di centrosinistra ancora non così maturo da recidere, definitivamente, il filo che lo lega ad ambienti pateticamente revanscisti che propugnano il regresso civile e culturale di Trieste. Ieri sera è stata persa l'occasione per affermare, senza tentennamenti e senza divisioni partitiche, che c'è una città impegnata a costruirsi il proprio futuro e che non accetta più provocazioni da chi incarna incubi del passato».

Queste le parole "a caldo" di due dei consiglieri comunali che hanno presentato due mozioni di condanna ai fatti accaduti durante il corteo del 1 maggio, durante il quale sono state esposte e sventolate delle bandiere dell'ex Jugoslavia. Una era frimata da Lorenzo Giorgi (capogruppo Pdl) ed Everest Bertoli (capogruppo Forza Italia), mentre l'altra da Paolo Rovis (Pdl), Alessia Rosolen (Un'altra Trieste), Claudio Giacomelli e Carlo Grilli (Gruppo misto).

Come descritto dal commento di Rovis, entrambe sono state bocciate dopo la discussione e le votazioni, alle quali non ha partecipato il presidente del Consiglio Comunale Iztoc Furlanic perchè «smplicemente non ero interessato all'argomento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiere jugoslave in corteo: presidente Furlanic abbandona l'aula e mozioni bocciate
TriestePrima è in caricamento