Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Benzina agevolata, Revelant (Ar): «La colpa è dell'Italia, non dell'Europa»

«Cerchiamo un'alleanza con la Lombardia uscendo dall'isolamento. Corregeremo la norma e risparmieremo 20 milioni di euro all'anno»

«Troppo facile sparare sull’Europa. Inutile insistere nel muro contro muro. Il Friuli Venezia Giulia dovrebbe iniziare uniformando la propria norma sui bonus carburanti a quella della provincia autonoma di Bolzano, mai sfiorata da procedure di infrazione, stringendo un’alleanza con la Lombardia, a sua volta alle prese con la concorrenza di altri Stati».
Così Roberto Revelant, consigliere regionale di Autonomia Responsabile, nel chiarire che già da due anni ha «avanzato proposte per superare molte criticità della norma, che, per inciso, non produce nemmeno gli effetti desiderati, visto che molti impianti di distribuzione chiudono, e altri riducono notevolmente l’erogazione dei carburanti».

Ancora Revelant:«Il prezzo attuale della benzina si compone di tre parti: il prezzo netto del combustibile, che include anche il guadagno dei gestori della pompa, le accise e l’Iva. Sono 17 le accise che zavorrano il costo del carburante: quando facciamo benzina, paghiamo, per quanto appaia grottesco, balzelli legati alla guerra in Etiopia e alla crisi di Suez. Se il prezzo dei carburanti è esorbitante, molto più alto che in Austria e Slovenia, la colpa è dell’Italia, non dell’Europa. Fatta questa precisazione, è chiaro che il conto non lo può pagare il Friuli Venezia Giulia. Per questo, dobbiamo tagliare la testa al toro, rimettere mano alla norma, e replicare il modello vincente della Provincia autonoma di Bolzano, cercando il sostegno di altre regioni del Nord che affrontano criticità simili».

Chiude Revelant: «È ridicolo che la nostra regione debba investire 44 milioni di euro del proprio bilancio per ridurre il gap con gli Stati confinanti, per poi essere attaccata dall’Europa. Abbiamo già suggerito un cambiamento radicale della norma, che comunque ha solo in parte tamponato l’emorragia, risultando non vantaggiosa per le casse regionali sotto il profilo economico, visto che le case madri versano le imposte fuori dal Fvg. Facciamo come Bolzano, e cerchiamo un’alleanza con la Lombardia, che ha uno strumento molto simile al nostro. Così usciremo dall’isolamento, rafforzeremo un asse del Nord, correggeremo la norma e risparmieremo 20 milioni di euro l'anno, utili a rilanciare l'economia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benzina agevolata, Revelant (Ar): «La colpa è dell'Italia, non dell'Europa»

TriestePrima è in caricamento