Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Bilancio Bocciato anche in Terza Circoscrizione

Dopo la V, anche la III circoscrizione frena la rincorsa del bilancio del Comune di Trieste. In un clima anomalo e surreale, dei partiti della coalizione di maggioranza, prende la parola la sola federazione della sinistra con Paolo Geri, facendo...

Dopo la V, anche la III circoscrizione frena la rincorsa del bilancio del Comune di Trieste. In un clima anomalo e surreale, dei partiti della coalizione di maggioranza, prende la parola la sola federazione della sinistra con Paolo Geri, facendo sue parole di elogio nei confronti del primo cittadino, ma quotando il senso del dovere che regna nel proprio movimento per votare un documento che alla fine non piace.

Il centro destra schierato al gran completo invece, nell'intervento del capogruppo Pdl Michele Babuder, osserva come, nel documento programmatico stilato dall'assessore Consoli, ci siano forti entrate a favore delle casse comunali a seguito di tassazione ai contribuenti tramite Imu e diminuzioni di uscite a favore del sociale. Come, amministrare il Comune di Trieste sia abbastanza agevole, dopo 10 anni di gestione centro destra oculata e parsimoniosa. Come le entrate a seguito di alienazioni immobiliari siano presso chè nulle e di come, nonostante una diminuzione nella voce personale, si debba vedere incrementato lo sforzo economico comunale a favore delle consulenze esterne. In buona sostanza un conto economico che cerca consenso nella variegata giunta ma, sicuramente, a danno dei cittadini. Si dicono contrarie anche le altre forze politiche che non sostengono la maggioranza e quindi si va al voto.

Nulla possono gli uomini di Cosolini, che piangono le assenze del vice Presidente Udc Piero Ambroset e del coordinatore della Commissione Villa Prinz Giampaolo Stella in forza al Pd. Ne va che anche nella terza circoscrizione il bilancio comunale non passa.

Nel proseguo della seduta poi, ancora Geri della federazione della sinistra, propone due emendamenti all'ordine del giorno, il primo, che passa, riguardante la carenza di personale e auspicando nuove assunzioni, cercando di limitare al minimo l'esternalizzazione di servizi e il secondo, cassato, riguardo un incremento degli introiti di AMT a seguito di un aumento di parcheggi a pagamento che non è ben visto da tutta la cittadinanza. In conclusione il Pd per voce del capogruppo Ressani, propone un ulteriore emendamento all'ordine del giorno nel quale si richiama l'attenzione sulle politiche sociali. Nel documento si evidenzia come le stesse siano al centro dell'azione amministrativa del Comune che a tal proposito ha voluto incrementare le disponibilità e che, proprio in questa ottica, si chiede di potenziare quanto più possibile le attuali risorse a disposizione. Emendamento cassato con i voti contrari di tutta l'opposizione, l'astensione di parte della maggioranza e i voti favorevoli dei soli consiglieri del Pd.

Sul tema espresso dal Pd, il consigliere Pdl Andrea Giovannini interviene evidenziando come non si evince tutto questo interesse del Comune per le politiche sociali, notando una riduzione nelle spese di circa 300.000,00 ?. Inoltre, ricordando, che in tutte le votazioni politiche del parlamentino, vuoi per un motivo, vuoi per un altro, la maggioranza ha sempre dovuto soccombere. Oggi in particolar maniera con l'assenza del coordinatore di una commissione importante e del vice Presidente, buon per noi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio Bocciato anche in Terza Circoscrizione

TriestePrima è in caricamento