Politica

Dubs, Polacco, Babuder: «Bilancio comunale 2015, 4 milioni di euro per accoglienza richiedenti asilo»

Lo sottolineano in una nota Alberto Polacco, Roberto Dubs e Michele Babuder rispettivamente consiglieri in IV,V,III Circoscrizione del Comune di Trieste: « In un momento di grave crisi economica dei nostri concittadini sembra incredibile che venga aumentata in questo modo la spesa a questo titolo»

«Al di là della contrarietà al bilancio di previsione 2015, diventato ormai un bilancio consuntivo dal momento che sarà approvato a soli tre mesi dalla chiusura dell'esercizio, un dato che emerge in maniera a dir poco sorprendente è che il Comune di Trieste quest'anno di fatto aumenta di 1 milione di euro la spesa per l'accoglienza ai rifugiati».

Lo sottolineano in una nota Alberto Polacco, Roberto Dubs e  Michele Babuder rispettivamente consiglieri in IV,V,III Circoscrizione del Comune di Trieste.

«L'importo stanziato a bilancio 2015 - continuano -  è di euro 3.990.320, 45 ed è finalizzato “ ad ampliare la convenzione per la gestione dei servizi di accoglienza degli  stranieri richiedenti asilo presenti sul territorio” . Questa cifra a dir poco consistente è finalizzata ad incrementare i servizi di accoglienza in strutture, appartamenti e periferie. Probabilmente tale spesa non preoccupa più di tanto la Giunta Cosolini, visto che analogo importo viene indicato tra le voci di entrata come incasso delle sanzioni verbalizzate ai triestini nel 2015 : 4.180.000 € . Rimanendo nei termini dei paragoni risulta preoccupante inoltre che all’aumento di spesa per l’accoglienza di quasi 1 milione di euro rispetto l’anno precedente corrisponde una taglio degli stanziamenti per lo sviluppo economico della città ( - 500mila euro ), per la cultura e beni culturali ( - 1.462.000 euro ) e per lo sport e ricreatori ( - 708.000 euro )».

«È evidente - conclude la nota -  che il Comune di Trieste, al di là di alcuni proclami del Sindaco, si allinea perfettamente alle indicazioni del Governo Renzi che, anziché tentare di contenere questo fenomeno, prevede un ulteriore aumento delle quote d'ingresso di queste persone. In un momento di grave crisi economica dei nostri concittadini sembra incredibile che venga aumentata in questo modo la spesa a questo titolo: stiamo passando al paradosso che ad essere discriminati sono propri gli italiani attraverso l'incremento di risorse che derivano dalle tasse di chi in Italia lavora e produce».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dubs, Polacco, Babuder: «Bilancio comunale 2015, 4 milioni di euro per accoglienza richiedenti asilo»

TriestePrima è in caricamento