menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bloccato il nuovo Piano Regolatore del Porto

  E ci risiamo ancora burocrazia, e troppa sudditanza con i microstati vicini, portano danno a Trieste. Cosi, dopo il brindisi dello scorso maggio per l’adozione in Comitato portuale del nuovo Piano Regolatore del Porto, a piu' di 50 anni...

E ci risiamo ancora burocrazia, e troppa sudditanza con i microstati vicini, portano danno a Trieste.

Cosi, dopo il brindisi dello scorso maggio per l'adozione in Comitato portuale del nuovo Piano Regolatore del Porto, a piu' di 50 anni dall'approvazione del precedente, l'Iter di approvazione dello stesso e' bloccato perche', caso unico in Italia, il Porto di Trieste potrebbe avere bisogno di una Vas transfrontaliera per le possibili ripercussioni sul territorio sloveno.

Per capire come muoversi l'Authority ha scritto al Ministero degli Esteri. Prima dell'estate la Slovenia aveva chiesto ufficialmente al nostro paese di essere coinvolta nei vari iter di approvazione.

Ad oggi quindi sono difatto bloccati i progetti di ampliamento dello scalo, . Moli e banchine per 200 ettari, il raddoppio del Molo VII, la realizzazione del Molo VIII, un terminal per traghetti Ro-Ro alle Noghere, l'allungamento del molo Bersaglieri e tutta una serie di progetti già in parte finanziati.


Altra sorte, per fortuna, per la Piattaforma logistica e per il Porto vecchio, i cui interventi di sviluppo sono regolati da varianti al Piano e possono procedere senza attenderne l'approvazione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento