menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bucci (Pdl); Via Mazzini Pedonale scelta Intelligente

Pubblichiamo una nota stampa di Maurizio Bucci, consigliere comunale e regionale del PDL “Finalmente una scelta coraggiosa che va verso il ridisegno del centro storico cittadino. Via Mazzini pedonale fino a via Roma è l’opzione più ardita, ma di...

Pubblichiamo una nota stampa di Maurizio Bucci, consigliere comunale e regionale del PDL

"Finalmente una scelta coraggiosa che va verso il ridisegno del centro storico cittadino. Via Mazzini pedonale fino a via Roma è l'opzione più ardita, ma di certo la più intelligente per implementare la vivibilità del centro senza autovetture e senza fratture tra le isole pedonali esistenti".

Così il consigliere comunale del Pdl Maurizio Bucci commenta il piano del traffico di Trieste redatto dalla giunta Cosolini.

"Correva il novembre 2007 - rileva Bucci - quando, in qualità di assessore comunale al Traffico (e non solo), proponevo all'opinione pubblica Corso Italia con due corsie centrali (salita e discesa bus) e l'allargamento dei marciapiedi con la piantumazione di alberi e panchine rivolte verso i negozi, chiudendo, allo stesso tempo, via Mazzini fino all'altezza di via Roma, proprio come oggi prospettato. Allora, però, sia la stampa che la politica rimanevano fredde e critiche alla proposta, definita addirittura demenziale da taluni oggi presenti nella giunta comunale".

"Non posso, quindi, che condividere le scelte del sindaco Cosolini e del mobility manager Giulio Bernetti - conclude Bucci - con un piccolo appunto: personalmente credo che si potesse azzardare ancora di più chiudendo via Imbriani e, conseguentemente con il doppio senso di marcia di via Carducci, pedonalizzare anche Corso Saba fino a Largo Barriera. Ma per il momento accontentiamoci".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento