Politica

Canoni strade regionali, Santoro: «Sospesi nel 2015, ridotti per il 2014»

L'assessore Santoro: «Con questo intervento ci adeguiamo alla normativa nazionale che ha introdotto, in un momento di particolare difficoltà economica delle famiglie un forte sgravio di questi oneri»

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore Mariagrazia Santoro, ha dato mandato a FVG Strade di adeguarsi alla normativa nazionale, introdotta dal cosiddetto decreto "Sblocca Italia", relativamente alla fissazione dei canoni per gli accessi stradali, dei corrispettivi per la pubblicità stradale, le concessioni e le autorizzazioni diverse, sulle strade a gestione regionale da parte della stessa azienda.

Viene dunque stabilito, con riferimento agli accessi sulle strade a gestione regionale, in proprietà o statali, e con l'esclusione degli accessi commerciali con impianti di distribuzione di carburanti annessi e degli accessi a impianti di carburanti: - per gli accessi esistenti, le somme dovute e non corrisposte al 31/12/2014 sono ridotte nella misura del 70 per cento, a condizione che il versamento avvenga in un'unica soluzione, ovvero nella misura del 40 per cento in nove rate annuali, oltre agli interessi legali; - per gli accessi esistenti e privi di autorizzazione al 31/12/2014, il titolare dell'accesso è tenuto a presentare apposita istanza e a corrispondere in un'unica soluzione una somma che verrà determinata con successiva deliberazione tenuto conto dei criteri e modalità che devono ancora essere fissati con decreto del MIT- viene momentaneamente sospesa la determinazione dei canoni per gli accessi a partire dal 01/01/2015 tenuto conto anche dei criteri e modalità che devono ancora essere fissati con decreto del ministero delle Infrastrutture e Trasporti fermo restando che l'indirizzo nazionale prevede per gli accessi esistenti l'annullamento dei canoni a partire dal 2015 e sarà quindi presumibile un intervento normativo a livello regionale per adeguarsi anche su questo punto; - per i nuovi canoni sarà prevista una soluzione unica per le nuove autorizzazioni in linea con i criteri che saranno fissati dal ministero.

"Con questo intervento ci adeguiamo alla normativa nazionale che ha introdotto, in un momento di particolare difficoltà economica delle famiglie un forte sgravio di questi oneri", ha  commentato l'assessore Santoro. "È chiaro che a fronte della previsione di tali abbattimento sui canoni si dovrà tener conto che FVG Strade riscontrerà introiti inferiori, già a partire dal bilancio 2014, e che sarà opportuna una valutazione in merito alla possibilità di provvedere a un riequilibrio nell'ambito dei contributi in conto esercizio alla società."

Per quanto riguarda i canoni per pubblicità stradale, le concessioni e le autorizzazioni diverse, che non rientrano nei casi sopra regolamentati, si propone di mantenere per l'anno 2015 le medesime tariffe per il triennio 2012-2014 fissate con la precedente delibera di Giunta 2609/2011.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canoni strade regionali, Santoro: «Sospesi nel 2015, ridotti per il 2014»
TriestePrima è in caricamento