menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il vicesindaco Roberti con il deputato Fedriga alla festa della Lega

il vicesindaco Roberti con il deputato Fedriga alla festa della Lega

Caos centrodestra, la Lega insorge contro Tondo e fa quadrato su Fedriga

Su Facebook i leghisti cambiano foto di profilo e copertina e scrivono post a favore del deputato triestino, ma spuntano anche alcuni forzasti come uno dei "candidati provvisori" Marin

Si ha come l'impressione che la rottura del centrodestra non sarà scongiurata fino alla consegna definitiva delle liste elettorali il prossimo 23 marzo. Infatti quel malcontento diffuso che ha suscitato la notizia della candidatura di Renzo Tondo lo scorso venerdì sera sta montando sempre più e se prima erano i cittadini ha chiedere un cambio, ora ci si mettono anche gli esponenti politici. 

Per Matteo Salvini potrebbe non essere accolto dalla solita ovazione domani alla festa della Lega in Fvg, anzi si percepisce nell'aria che al leader leghista verrà chiesto di candidare il triestino Massimiliano Fedriga e quindi riaprire la partita con Forza Italia: infatti su Facebook i maggiori esponenti del carroccio hanno cambiato le loro immagini di copertina e profilo con un selfie con Fedriga o la foto dello stesso con la scritta "presidente". 

Ma il malcontento non si limita al popolo leghista, per esempio oggi Luca Ciriani (neo eletto senatore all'uninominale con il centrodestra) ha speso dure parole richiamando al senso di responsabilità: «Berlusconi, Salvini, Fedriga e Savino e ci aggiungo suo malgrado Tondo... voi che avete combinato 'sto casino dateci un candidato perché ci siamo rotti le scatole. Non abbiamo mai preteso di indicare uno nostro, abbiamo atteso con infinita pazienza. Abbiamo voglia di riprenderci la Regione e il dovere di non stancare e deludere la nostra gente. Il nostro avversario è il Pd è la giunta Serracchiani che hanno distrutto il Friuli! Sveglia!». 

Poco fa poi uno di quelli che era stato dato per candidato presidente di Forza Italia, Roberto Marin (ex sindaco di Grado) ha chiesto «Renzo Tondo prenda atto e ritiri la sua candidatura a governatore . Una rivoluzione così da parte degli elettori di cdx nei confronti di un candidato non si era mai vista. I vertici regionali e nazionali risolvano questo problema. La gente ha anche buttato a mare i vecchi marpioni locali, pieni di vitalizi che impongono ancora logiche massoniche per non dire altro. Forse questo post mi costerà anche la candidatura a consigliere, ma non possiamo non ascoltare la nostra gente; sto con loro».

A testimoniare il fatto che i giochi potrebbero non essere definitivamente chiusi su Tondo il fatto che Forza Italia non è ancora partita con la raccolta delle circa 5 mila firme necessarie a presentare le liste per il prossimo 29 aprile. Firme che però in gran parte Fratelli d'Italia ha già raccolto con il candidato Renzo Tondo. Mancano 5 giorni alla consegna ufficiale e il centrodestra sembra in alto mare e ormai si può affermare che la partita che sembrava chiusa il 5 marzo si è riaperta e potrebbe addirittura vedere in svantaggio rispetto ai 5 stelle la coalizione Lega-Forza Italia-Fratelli d'Italia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento