Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Caro benzina, Scoccimarro: “Possibile livellamento tra Slovenia e Italia”

"La Slovenia, come l'Italia, non è un produttore di petrolio, per cui è presumibile a breve una riduzione della forbice e quindi livellamento fra i prezzi dei carburanti dei due paesi confinanti. Dalla nostra, noi siamo impegnati a difendere il contributo regionale e a confermarlo per i prossimi anni".

"La Slovenia, come l'Italia, non è un produttore di petrolio, per cui è presumibile a breve una riduzione della forbice e quindi livellamento fra i prezzi dei carburanti dei due paesi confinanti. Dalla nostra, noi siamo impegnati a difendere il contributo regionale e a confermarlo per i prossimi anni". Così l'assessore regionale Ambiente ed Energia Fabio Scoccimarro ha risposto ai giornalisti che hanno chiesto un commento sull'aumento dei prezzi del carburante che hanno superato i 2 euro a litro in autostrada.

Contenzioso con l'Europa

Tornando al contenzioso con l'Europa, Scoccimarro si dice "ottimista, ma al contempo cauto. Le controdeduzioni presentate dall'Avvocatura dello Stato basate sulla memoria dei funzionari della Direzione Ambiente e gli avvocati della Regione sono ottime e sono fiducioso su un esito positivo".

Il piano B

"Al tempo stesso stiamo elaborando un eventuale piano B con una tessera multiservizi - spiega l'assessore regionale - e facendo pressing sui petrolieri per sensibilizzarli a livellare i prezzi a quelli del Veneto. Infine va valutata l'opportunità di finanziare nuovamente la 'chiusura volontaria' delle pompe, perché va ricordato come l'offerta in FVG sia il 30 per cento più alta del reale fabbisogno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro benzina, Scoccimarro: “Possibile livellamento tra Slovenia e Italia”

TriestePrima è in caricamento