Politica

5Stelle su Casa Pound: "Condannare chi ci allontana dal rispetto dei diritti umani"

I pentastellati commentano la "lettera aperta alla cittadinanza e alle istituzioni" presentata negli scorsi giorni dalle comunità religiose di Trieste. "Apprezziamo la presa di posizione delle massime autorità religiose presenti a Trieste per esprimere l'assoluta distanza dal messaggio razzista"

Stefano Patuanelli, capogruppo al Senato

"Apprezziamo la presa di posizione delle massime autorità religiose presenti a Trieste per esprimere l'assoluta distanza dal messaggio razzista che Casa Pound vuole portare con la sua manifestazione del 3 Novembre in città". Le parole sono di Stefano Patuanelli, Andrea Ussai e a firma dei consiglieri comunali e circoscrizionali del Movimento Cinque Stelle di Trieste. La nota è in riferimento alla pubblicazione della lettera aperta alla cittadinanza e alle istituzioni preparata dalle comunità religiose negli scorsi giorni. 

Le comunità religiose: no al raduno nel giorno di San Giusto

"La questione non è quella di vietare una manifestazione di una forza politica che ha partecipato anche alle elezioni nazionali ma quello di condannare un pensiero politico che ci riporta indietro di anni e di allontanarci dal rispetto dei diritti umani. E il modo migliore per farlo è proprio la via scelta dai rappresentanti religiosi locali". Ricordiamo le parole che il rabbino di Trieste, Alexander Meloni, ha pronunciato il 21 settembre nella stessa aula del Consiglio comunale quando, definendo pericolosi i nostalgici del fascismo e del nazismo, ha dichiarato:

"Purtroppo la democrazia, che è la più bella delle cose anche se imperfetta, ci obbligherà ad accogliere entro breve un raduno a Trieste di persone che sono portatrici di idee che sono in totale contrasto con quello che noi speriamo e vogliamo per Trieste. La legge deve essere rispettata in modo assoluto, la democrazia anche, ma noi, autorità religiose in modo particolare, abbiamo un obbligo morale di mandare un messaggio. Per questo manderò un invito a tutte le autorità religiose della città perché ci potessimo incontrare, discutere e mandare un messaggio chiaro e preciso da parte nostra, dalla città di Trieste con il quale diremo che possiamo democraticamente accogliere anche le persone che pensano in modo sbagliato ma che noi non approviamo e non condividiamo niente del loro pensiero. Per fortuna questo messaggio unitario è arrivato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5Stelle su Casa Pound: "Condannare chi ci allontana dal rispetto dei diritti umani"

TriestePrima è in caricamento