Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Ater, Fedriga (LN): «Necessario dare priorità ai cittadini del Fvg»

«Trovo che sia immorale quando le misure di carattere assistenziale e di welfare vedono sempre prima persone che arrivano da altre parti del mondo, mentre abbiamo i nostri cittadini che non riescono a pagarsi l'affitto»

Massimiliano Fedriga

«In merito a welfare, aiuti e case Ater metteremo in campo un grande piano di revisione normativo che preveda di dare priorità ai cittadini del Friuli Venezia Giulia e ai cittadini italiani, utilizzando strumenti di cui si sono servite anche altre regioni (come ad esempio gli anni di contributi versati in regione)». Così dichiara il candidato presidente alle prossime elezioni regionali per il centrodestra Massimiliano Fedriga intervistato alla trasmissione Ring in onda su Telequattro.
«In generale - continua - tutti quegli strumenti che prevedono alla norma di essere costituzionale e non avere rischio di ricorsi ma che diano quella priorità. Per me è inaccettabile quando vedo le graduatorie delle case Ater, dove per una percentuale a doppia cifra, delle volte pari al 30-40%, sono prese delle graduatorie da cittadini stranieri quando abbiamo i nostri cittadini che non riescono a pagarsi l'affitto».

«Trovo che sia immorale - prosegue Fedriga - quando le misure di carattere assistenziale e di welfare vedono sempre prima persone che arrivano da altre parti del mondo. Nulla contro di loro e nulla che voglia escludere, però è necessario immettere quel principio di priorità che purtroppo per visioni ideologiche della sinistra e del Pd è venuto meno».
«Ricordo - conclude il candidato del centrodestra - quando avevamo introdotto come parametro gli anni di residenza, c'era stata una sollevazione da parte del Pd contro questa scelta. Ciò non vuol dire escludere ma dare quella priorità che è necessaria».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ater, Fedriga (LN): «Necessario dare priorità ai cittadini del Fvg»

TriestePrima è in caricamento