Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Case di riposo, Salina-Grim (Pd): «Finalmente per Trieste uguale trattamento sui contributi»

«Grazie al lavoro svolto in questi mesi si sono potute superare le differenze tra territori»

«Finalmente Trieste sarà in linea con il resto della regione quanto a contributi per l’assistenza degli anziani nelle case di riposo, grazie alla delibera della Giunta regionale che modifica il sistema di finanziamento alle strutture residenziali e semiresidenziali per anziani non autosufficienti». Lo affermano Melania Salina, vicesegretaria provinciale del Pd di Trieste, e Antonella Grim, consigliere comunale Pd a Trieste.
Secondo le due esponenti democratiche «grazie al lavoro svolto in questi mesi si sono potute superare le differenze tra territori e anche i cittadini di Trieste accolti nelle strutture di ricovero per anziani riceveranno  la stessa quota integrativa prevista per le altre province a partire dal primo giugno 2018. La differenza che ancora esisteva era frutto di precedenti indirizzi regionali e applicazioni solo parziali da parte dalle direzioni aziendali negli anni. Con l’attuale disposizione regionale ogni differenza sarà azzerata».

«Sì è inoltre previsto – continuano - un aumento delle quote di contributo. L’ammontare del contributo varierà in funzione della tipologia della struttura e del bisogno assistenziale della persona, fino ad arrivare a un massimo di 18 euro giornalieri. Ciò significa che in un anno - continuano le due esponenti dem - il supporto pubblico alle famiglie che hanno un familiare anziano bisognoso di assistenza supererà i 6.500 euro. Queste nuove disposizioni, ricordano ancora, perfezionano ulteriormente l’operazione di riqualificazione delle strutture residenziali per anziani che per troppo tempo era stata dimenticata nei cassetti dalla giunta precedente».

«Ricordo inoltre due ulteriori elementi di novità introdotti con questa delibera - aggiunge Antonella Grim -: il significativo aumento del contributo economico previsto per le persone affette da demenza o morbo di Alzheimer, nonché  rimborsi aggiuntivi alle strutture finalizzati a supportare l’assistenza infermieristica e riabilitativa.  Ritengo che il tema legato all’assistenza agli anziani, in struttura e a domicilio, sia un tema molto importante per Trieste che è tra le città più anziane d’Italia. Le politiche in questo campo devono essere sempre più attente e sensibili. Su questo tema - conclude - ho intenzione di impegnarmi molto in prima persona, puntando anche al riconoscimento e alla valorizzazione del ruolo che le donne hanno, spesso rinunciando a molto per garantire assistenza ai loro cari».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case di riposo, Salina-Grim (Pd): «Finalmente per Trieste uguale trattamento sui contributi»

TriestePrima è in caricamento