Caso Alina, Paoloni (Sap): «Poliziotti bloccati per sei anni, spreco assurdo e male per la sicurezza»

«Necessari processi veloci per le forze dell’ordine per ridurre i costi e per una piena legittimazione dell’istituzione»

Il caso della trentaduenne ucraina Alina Bonar Diaciuk, che nell’aprile del 2012 si è suicidata con un cordino della felpa in una camera di sicurezza del commissariato di Opicina, si è concluso dopo sei anni, con l’assoluzione dei nove poliziotti, con la formula ‘il fatto non sussiste’.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per ben sei anni i colleghi sono stati disumanizzati sotto il macigno della gogna mediatica, con carriere bloccate e spese legali anticipate – commenta Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) – bloccare poliziotti per sei anni, è uno spreco assurdo e non fa bene alla sicurezza. Gli operatori di Polizia hanno bisogno di processi rapidi gestiti dal procuratore generale».
«Questa – conclude Paoloni – sarà la nostra proposta, non per essere privilegiati rispetto ai cittadini ma, per ridurre considerevolmente i costi e soprattutto per una piena legittimazione dell’istituzione nel proprio lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fotografa i bambini e poi scappa su un’auto blu: la segnalazione parte dal Carso

  • Violento nubifragio sulla città, ai Vigili del fuoco raffica di richieste d'aiuto

  • Rifiuta le sue avances e lui le sputa addosso: sconcerto in piazza Libertà

  • Blitz di CasaPound in Consiglio sull'immigrazione, consigliere leghista: "Ai migranti sparerei"

  • Covid-19: quattro nuovi casi in Fvg, salgono i ricoverati in terapia intensiva

  • Un contagio a Trieste, sei in Fvg di cui cinque d'importazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento