menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centri Monomarca: 130 Milioni di Investimenti e 500 Possibili Posti di lavoro

Imprenditori che hanno richiesto di poter aprire nuove attività commerciali a Trieste. Prestigiosi marchi nel settore dell'arredo casa, dello sport, dell'elettronica che potrebbero arricchire l'offerta e aumentare l'attrattività del capoluogo...

Imprenditori che hanno richiesto di poter aprire nuove attività commerciali a Trieste. Prestigiosi marchi nel settore dell'arredo casa, dello sport, dell'elettronica che potrebbero arricchire l'offerta e aumentare l'attrattività del capoluogo giuliano.

Questo il tema dibattuto nel corso della seduta congiunta della III e VI Commissione consiliare del Comune di Trieste, dove l'assessore allo Sviluppo Economico Paolo Rovis ha relazionato sullo "stato dell'arte" del programma di investimento su cui il Comune è chiamato ad esprimersi.

"Si tratta di 130 milioni di investimenti privati e di oltre 500 nuovi posti di lavoro ad attività avviate" - ha dichiarato Paolo Rovis. "Un'occasione ghiotta, specialmente in un periodo di contrazione economica come questo, frutto di un grosso lavoro di ricerca e relazione con importanti realtà imprenditoriali che abbiamo convinto a scegliere Trieste per investire ed assumere personale". Ora però si tratta di dare una risposta. Gli imprenditori non aspettano e soprattutto non si possono lasciare nell'incertezza.

"È vero - ha proseguito Rovis - sarebbe bene che il Consiglio comunale, unico organo deputato a pianificare gli insediamenti commerciali, valuti le proposte e fornisca una risposta chiara. Non si tratta di centri commerciali, di cui certo non si sente l'ulteriore bisogno e, anzi, quelli attuali sono forse già troppi - ha aggiunto Rovis - bensì di negozi di ampie dimensioni che possono integrare l'offerta cittadina, trattenendo in loco acquirenti che ora si rivolgono ai punti vendita sloveni e friulani e diventando a loro volta attrattori di consumatori extra-cittadini.

Per usare uno slogan - ha concluso l'assessore Paolo Rovis - l'obiettivo è: meno Triestini che comprano fuori città, più acquirenti da fuori che spendano i propri soldi a Trieste".

Sulla vicenda registriamo la posizione di Lorenzo Giorgi, Consigliere Comunale del PDL, che si è dichiarato in piena sintonia con l'Assessore Rovis auspicando che al più presto la politica possa accellerare i tempi, affichè tutti i richiedenti possano vedersi aprire la strada per poter investire a Trieste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Risi e bisi: la ricetta

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Johnson&Johnson in Fvg: oltre 3500 dosi in arrivo il 15 aprile

  • Cronaca

    Covid: giù ricoveri e tasso di positività, boom di guariti

  • Cronaca

    Malore fatale in casa a 65 anni: ritrovato quattro giorni dopo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento