menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
manifestazione di Macerata

manifestazione di Macerata

“Che belle son le foibe da Trieste in giù...”, il forzista Cavazzini presenta un esposto in Procura

Il consigliere e avvocato interroga anche il sindaco e chiede un Consiglio Comunale straordinario

Il consigliere comunale del Comune di Trieste Andrea Cavazzini, del gruppo di Forza Italia, appresa la notizia attraverso i media nazionali che durante la manifestazione contro la violenza e le discriminazioni tenutasi a Macerata lo scorso sabato 10 febbraio vi è stato un inneggiamento alle foibe da parte di alcuni manifestanti, i quali hanno proferito la frase, peraltro pare cantata in coro, “ma che belle son le foibe da Trieste in giù...”, ha depositato presso la Procura della Repubblica un esposto «volto a chiedere al Procuratore Capo che si dispongano gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti, si rendano noti i soggetti responsabili e si chiariscano i provvedimenti adottati».

«Ciò al solo fine di osservare come la sofferenza del Popolo italiano sia degna di un rispetto che nel corteo di Macerata è sicuramente mancato e per ribadire come non si debba mai calpestare il ricordo di chi è morto per il solo fatto di essere Italiano - aggiunge Cavazzini -. Si deve evidenziare infatti come il giorno del ricordo sia stato istituito proprio per rimarcare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo degli istriani, fiumani e dalmati dalle loro terre nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

All'esposto è seguita una richiesta di interrogazione al Sindaco di Trieste - firmata sempe dallo stesso Cavazzini -, unitamente alla richiesta di convocazione urgente del Consiglio Comunale previo interpello del Questore di Macerata, «affinché la voce del primo cittadino stemperi immediatamente ogni polemica e chiarisca pubblicamente gli accadimenti dando così dignità alle migliaia di Italiani vittime dell'odio comunista titino, siano essi infoibati, trucidati, torturati od anche solo esiliati dalla loro amata Terra natia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

Cura della persona

Scrub fai da te: la ricetta super naturale per labbra perfette

Guida

Ancora sole ma minime fino ai 4 gradi: il meteo per domani 9 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento