Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Città Metropolitana, Russo in rotta con il Pd: «Faceva parte del programma di Cosolini, qualcuno si è rimangiato la parola»

Il senatore triestino promotore della raccolta firme (circa 5 mila) attacca i dirigenti del patito

«Ieri, in Consiglio Comunale, il Pd ha deciso di ritirare la mozione sulla città Metropolitana. Era un progetto che faceva parte del programma elettorale di Roberto Cosolini: eppure alcuni dirigenti del mio Partito hanno deciso di rimangiarsi la parola».

Duro sfogo del senatore dem triestino Francesco Russo, il primo e maggiore promotore della Città Metropolitana con tanto di raccolta firme (5 mila) e tour guidato della città durante le primarie del Partito democratico in contrapposizione all'ex sindaco Cosolini: «Io, invece, non ho nessuna intenzione di fare passi indietro - aggiunge Russo in merito al ritiro della mozione da parte dei consiglieri del gurppo Pd in Consiglio comunale -: due anni fa ho preso un impegno con 5.000 cittadini; per questo continuerò a battermi in tutte le sedi per favorire l’istituzione di Trieste Metropolitana».

«Continuerò anche a costo di essere poco gradito a chi oggi comanda nel mio Partito. Con la consapevolezza - conclude il senatore triestino -, però, di rappresentare le speranze della maggior parte dei cittadini triestini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città Metropolitana, Russo in rotta con il Pd: «Faceva parte del programma di Cosolini, qualcuno si è rimangiato la parola»

TriestePrima è in caricamento