Sabato, 23 Ottobre 2021
Politica

Città metropolitana, Unione Slovena contro Russo: «La smetta di farsi campagna elettorale»

Maurizio Vidali, presidente del Consiglio provinciale di Trieste, nonché vicesegretario della Slovenska Skupnost triestina, "estrae il cartellino giallo" al parlamentare triestino del Pd Francesco Russo

Maurizio Vidali, presidente del Consiglio provinciale di Trieste, nonché  vicesegretario della Slovenska Skupnost triestina, “estrae il cartellino giallo” al parlamentare triestino del Pd Francesco Russo.

«La Legge regionale del 9 gennaio 2006, meglio conosciuta come legge Iacop, prevede da oltre 10 anni la possibilità di istituire della Città Metropolitana per aree con una popolazione non inferiore ai 200 mila abitanti. Perché continuare a battere su questo tasto, se in 10 anni non c'è stata la volontà politica di creare la Città Metropolitana a Trieste?» si interroga Vidali.

«La legge del 2006, peraltro è molto più democratica rispetto alla legge Delrio del 2014, dato che concede esplicitamente la possibilità ai cinque comuni cosiddetti minori della provincia di Trieste di scegliersi se aggregarsi o meno a Trieste» aggiunge Vidali.

Per Vidali le Città Metropolitane in Italia sono un fallimento: «Nelle 10 città metropolitane istituite - Milano, Roma, Torino, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Reggio Calabria - sono già emersi problemi maggiori rispetti alle provincie di secondo grado istituite con la Legge Delrio».

E in Europa? «In Europa le Città Metropolitane sono state istituite solamente in grandi realtà quali Barcellona, Madrid, Parigi, Praga, Stoccolma e Londra. Inserire Trieste in un simile lotto non ha alcun nesso con la realtà delle cose».

Vidali è pragmatico: «Se ci fosse stata la volontà politica di istituire la Città Metropolitana questa si sarebbe fatta già 10 anni fa. Evidentemente non c'era e non c'è alcuna volontà di istituirla, visto anche che il Consiglio Regionale, all'unanimità, con la presidente Debora Serracchiani in testa, ha bocciato questo progetto. All'onorevole Francesco Russo e a chi lo sostiene in questa controproducente battaglia, ricordo che ora che il Parlamento italiano sta votando l'eliminazione delle Provincie in Friuli Venezia Giulia. Sarebbe dunque molto più importante lavorare per garantire la continuità dei servizi in favore dei cittadini».

Conclude Vidali: «In qualità di vicesegretario della Slovenska Skupnost auspico che la campagna elettorale dell'onorevole Francesco Russo venga rimandata dopo le elezioni. Ora dobbiamo impegnarci a rimanere coesi e a remare la barca, insieme, verso un'unica meta: continuare a governare Trieste con la riconferma del sindaco Roberto Cosolini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana, Unione Slovena contro Russo: «La smetta di farsi campagna elettorale»

TriestePrima è in caricamento