menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incontro con sindaco, Comitato 5 dicembre: «Cosolini sta perdendo tempo, porta si sta per chiudere»

Lo rileva in una nota postata sulla pagina Facebook il Comitato 5 dicembre

«Cosa abbiamo chiesto veramente ben consci che le Istituzioni avrebbero adottato la solita tattica per mettere a tacere la protesta parlando di "porta sempre aperta", abbiamo detto subito che non bastava. Questo genere di incontri, cioè ad esempio il Sindaco che ti riceve e tu che gli dici cosa vorresti e lui che ti dice certo ok vedremo, sono una presa in giro. Sono inutili quindi abbiamo fatto sapere subito che grazie ma non siamo interessati. Al Sindaco Cosolini abbiamo chiesto un incontro pubblico moderato da noi durante il quale tutti i cittadini possano rivolgergli le loro domande sul tema ferriera».

Lo rileva in una nota postata sulla pagina Facebook il Comitato 5 dicembre.

«Ha detto - continua la nota - subito sì, ma ci ha chiesto di definire le modalità. Abbiamo immediatamente fatto sapere che siamo disponibili in qualunque momento per vederci con lui per una brevissima riunione operativa pubblica e si è eclissato. Il giochino sembra essere palese: prendere tempo sperando che cali l'attenzione o trovare un pretesto per non sottoporsi alle domande dei cittadini. Si sbaglia di grosso se pensa di potersi muovere così. Signor sindaco aspettiamo ora una sua mail. Un suo sms, un suo messaggio facebook. Altrimenti ne trarremo l'ovvia conclusione e cioè che non ha tenuto fede alla sua parola. La finestra del dialogo si sta per chiudere e la colpa sarebbe sua».

«Ci presentiamo - continuano - alle elezioni? Ma nemmeno per sogno! NO. N-O. In questi giorni questo sembra essere stato il gossip principale quindi ecco la risposta ufficiale alle dicerie: NO. Paura eh? Fate bene comunque ad averla, perché come vi abbiamo dimostrato, cari politici, politicanti e aspiranti tali, si puo' fare politica vera senza intrallazzi e giochini. Regolatevi di conseguenza: i triestini sono stufi e non ci stanno più. Remember ?#‎31gennaio..i fischi».

«Il vittimismo fuori luogo - concludono -  di certi sindacati Lo ribadiamo per l'ennesima volta: non siamo contro voi e tanto meno siamo contro gli operai. Non fate finta di non capire. Non fate le vittime. Fate invece per favore l'unica cosa che non avete mai fatto: dite chiaramente al vostro datore di lavoro che non volete piu' lavorare se i problemi di inquinamento continuano. C'erano degli accordi: doveva essere risolto tutto entro il 31 dicembre 2015 e non è stato così. protestate per questo. Allora e solo allora, Trieste sarà con voi. Per ora comprende che come tutti avete l'esigenza di lavorare e che non è facile, ma finisce qui. Siate solidali con Trieste e Trieste lo sarà con voi. Noi non si arretra di un passo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento