Comitato "Lavoratori precoci uniti", aperta la sezione a Trieste: «Rivedere la legge Fornero»

Rivedere la legge Fornero e consentire a chi matura 41 anni di lavoro di andare in quiescenza senza alcun tipo di penalizzazioni, e contestualmente assumere i nostri giovani in cerca di un'occupazione.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

In data 29 gennaio 2016 a Trieste, sulla scia di quanto già fatto nelle più importanti città italiane (Roma, Milano, Torino e altre), si è costituito UN COMITATO CITTADINO SPONTANEO E VOLONTARIO denominato:

LAVORATORI PRECOCI UNITI DI TRIESTE PER IL DIRITTO ALLA PENSIONE ED AL LAVORO

Promotori dell'iniziativa sono gli Amministratori del gruppo FB "Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti" ( che vanta quasi 10.000 adesioni https://www.facebook.com/groups/lavprcoc/ ), gruppo che appoggia il DDL 857 dell'onorevole Cesare Damiano, Presidente della commissione lavoro.

I comitati vengono costituiti per ottenere dalle pubbliche autorità la risoluzione del problema dei Lavoratori Precoci (cioè chi ha iniziato a lavorare in giovane età 14-18 anni) consentendo a chi matura 41 anni di lavoro di andare in pensione senza alcun tipo di penalizzazione e contestualmente immettere nel mondo lavoro dei giovani in cerca di un'occupazione (ricambio generazionale), inoltre hanno lo scopo di promuovere ogni iniziativa utile e necessaria volta al raggiungimento degli obiettivi prefissati in particolare agendo attraverso campagne di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e di tutti gli organi istituzionali che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta o indiretta sulla questione relativa alle pensioni:

- QUOTA 41 PER TUTTI COME LIMITE MASSIMO DI CONTRIBUZIONE PER L'OTTENIMENTO DELLA PENSIONE SLEGATA DA LIMITI DI ETA' E SENZA PENALIZZAZIONE ALCUNA

- FLESSIBILITA' IN USCITA DAL MONDO DEL LAVORO PER FAVORIRE L'INGRESSO NELLO STESSO DELLE GIOVANI GENERAZIONI

- NO ASSOLUTO E DEFINITIVO AL COSIDETTO SISTEMA CONTRIBUTIVO

- REVISIONE DELLA REGOLA SULL'ASPETTATIVA DI VITA LEGATA ALLA FUORIUSCITA DAL MONDO DEL LAVORO.

In occasione della prima riunione i fondatori del Comitato hanno nominato Presidente il sig. Fabio Pototschnig, al quale sono stati conferiti poteri di rappresentanza del Comitato nei rapporti con terzi, di organizzazione e di direzione interna.

La presente iniziativa rimane aperta a chiunque condivida i principi ispiratori del COMITATO.

Il gruppo fondatore

Il Presidente del COMITATO "Lavoaratori Precoci Uniti di Trieste" Fabio Pototschnig

I più letti
Torna su
TriestePrima è in caricamento