rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Politica

Comitato "Lavoratori precoci uniti", aperta la sezione a Trieste: «Rivedere la legge Fornero»

Rivedere la legge Fornero e consentire a chi matura 41 anni di lavoro di andare in quiescenza senza alcun tipo di penalizzazioni, e contestualmente assumere i nostri giovani in cerca di un'occupazione.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

In data 29 gennaio 2016 a Trieste, sulla scia di quanto già fatto nelle più importanti città italiane (Roma, Milano, Torino e altre), si è costituito UN COMITATO CITTADINO SPONTANEO E VOLONTARIO denominato:

LAVORATORI PRECOCI UNITI DI TRIESTE PER IL DIRITTO ALLA PENSIONE ED AL LAVORO

Promotori dell'iniziativa sono gli Amministratori del gruppo FB "Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti" ( che vanta quasi 10.000 adesioni https://www.facebook.com/groups/lavprcoc/ ), gruppo che appoggia il DDL 857 dell'onorevole Cesare Damiano, Presidente della commissione lavoro.

I comitati vengono costituiti per ottenere dalle pubbliche autorità la risoluzione del problema dei Lavoratori Precoci (cioè chi ha iniziato a lavorare in giovane età 14-18 anni) consentendo a chi matura 41 anni di lavoro di andare in pensione senza alcun tipo di penalizzazione e contestualmente immettere nel mondo lavoro dei giovani in cerca di un'occupazione (ricambio generazionale), inoltre hanno lo scopo di promuovere ogni iniziativa utile e necessaria volta al raggiungimento degli obiettivi prefissati in particolare agendo attraverso campagne di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e di tutti gli organi istituzionali che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta o indiretta sulla questione relativa alle pensioni:

- QUOTA 41 PER TUTTI COME LIMITE MASSIMO DI CONTRIBUZIONE PER L'OTTENIMENTO DELLA PENSIONE SLEGATA DA LIMITI DI ETA' E SENZA PENALIZZAZIONE ALCUNA

- FLESSIBILITA' IN USCITA DAL MONDO DEL LAVORO PER FAVORIRE L'INGRESSO NELLO STESSO DELLE GIOVANI GENERAZIONI

- NO ASSOLUTO E DEFINITIVO AL COSIDETTO SISTEMA CONTRIBUTIVO

- REVISIONE DELLA REGOLA SULL'ASPETTATIVA DI VITA LEGATA ALLA FUORIUSCITA DAL MONDO DEL LAVORO.

In occasione della prima riunione i fondatori del Comitato hanno nominato Presidente il sig. Fabio Pototschnig, al quale sono stati conferiti poteri di rappresentanza del Comitato nei rapporti con terzi, di organizzazione e di direzione interna.

La presente iniziativa rimane aperta a chiunque condivida i principi ispiratori del COMITATO.

Il gruppo fondatore

Il Presidente del COMITATO "Lavoaratori Precoci Uniti di Trieste" Fabio Pototschnig

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comitato "Lavoratori precoci uniti", aperta la sezione a Trieste: «Rivedere la legge Fornero»

TriestePrima è in caricamento