Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Concessioni balneari, Savino (Fi): «Voto alla Camera lascia capire chi tutela imprese balneari italiane»

L'on. Sandra Savino di Forza Italia sul voto contrario alla Camera dei Deputati di oggi un ordine del giorno presentato da Forza Italia in cui si chiedeva di rinegoziare l’applicazione della direttiva Bolkestein

L'on. Sandra Savino di Forza Italia su voto di oggi alla Camera dei Deputati: «Oggi alla Camera abbiamo capito chi vuole tutelare le imprese balneari italiane e chi invece no. Il Governo ha bocciato un ordine del giorno presentato da Forza Italia in cui si chiedeva di rinegoziare l’applicazione della direttiva Bolkestein o almeno, attraverso un periodo transitorio, di consentire ai concessionari di ammortizzare gli investimenti realizzati. Tale pratica è stata attuata in situazioni simili nelle località turistiche di Spagna e Portogallo.  Il Governo ha preferito bocciare questa iniziativa semplicemente appellandosi a valutare l’”opportunità”». 

«Esiste anche il tema delle “aste”. Secondo la pronuncia della Corte di Giustizia Europea non è obbligatorio ricorrevi per l’affidamento e proprio in questa direzione andava l’ordine del giorno auspicando che il ricorso all’asta non sia applicato nelle concessioni balneari in modo generalizzato ed automatico, anche in questo caso è arrivato un muro da parte dell’attuale Governo».

«A questo punto è lecito chiedersi se all’esecutivo di Matteo Renzi interessino le imprese locali che per molti anni hanno investito per rendere la nostra costa attrattiva o se preferiscono svendere il nostro territorio a chiunque abbia risorse elevate che non necessariamente verrebbero investite nel nostro paese». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concessioni balneari, Savino (Fi): «Voto alla Camera lascia capire chi tutela imprese balneari italiane»

TriestePrima è in caricamento