Politica

Pulizia strade: il Consiglio punta ai 64 milioni di metri, mentre Acegas propone 49

Qualche giorno fa l'aula comunale aveva votato a favore della mozione Sossi (Sel) e poi anche di Bertoli (Fi) affinchè ci fosse un aumento della superficie pulita del 30%, senza però aggravio dei costi per il Comune. Il gestore dei servizi però non accetta la richiesta di Laureni che aveva fatto proprio la mozione

Che l'aumento del 30 per cento della superficie stradale da pulire, senza l'aumento dei costi, fosse un'utopia - a meno di non ritornare allo schiavismo o comunque abbassare gli stipendi ai lavoratori per assumerne altri - era intuibile. Ecco dunque che il gestore dei servizi, AcegasApsAmga propone invece dei 64 milioni di metri (comprensivi dell'aumento del 30%) solo 49 milioni di metri, arrotondamento per eccesso dei circa 48 milioni e 700 mila previsti.

bertoli everest-2«La scelta di accogliere prima un emendamento di SEL e Forza Italia che aumentava da 48 a 64 milioni di metri lineari il livello di servizio per la pulizia delle strade, senza costi aggiuntivi, e poi proporre di diminuire tali livelli a 49 milioni di metri è frutto dell'ennesimo pasticcio di una amministrazione sempre più allo sbando - attacca Everest Bertoli (Forza Italia) dopo la riunione della Commissione trasparenza di ieri -. Tra qualche settimana il Consiglio dovrà rivotare su questo punto scegliendo di assecondare le richieste del gestore o le necessità dei cittadini. Per quanto ci riguarda non ci sono dubbi non possiamo accettare una riduzione dello spazzamento delle strade cittadine rispetto a quanto deciso poche settimane fa. La decisione di rivotare solo su quel punto, per dirla con una metafora calcistica, e come far ripetere dopo due settimane una singola azione per annullare il gol decisivo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pulizia strade: il Consiglio punta ai 64 milioni di metri, mentre Acegas propone 49

TriestePrima è in caricamento