Politica

Coop, Savino (Fi) contro Menis (M5s): «Eviti di strumentalizzare le difficoltà di tanti triestini»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Legittimo avere l'ambizione di diventare il sindaco di Trieste, ma prima bisognerebbe dimostrare di conoscere le regole. Se si conosco, invece, è ancora peggio perché dall'ignoranza si passa alla malafede.  Paolo Menis studi o eviti di strumentalizzare le difficoltà dei tanti triestini incappati nel crack delle cooperative operaie».

Sandra Savino, coordinatrice di Forza Italia, replica con queste parole al candidato sindaco del Movimento 5 Stelle: «Il primo cittadino ha il compito di dire la verità.  E tra queste verità c'è la separazione delle responsabilità tra l'organo politico e i vertici amministrativi.

Dalla nota di Menis comprendo che lui non ha la più pallida idea del significato di "amministrativo": o per malafede, o per populismo, oppure per ignoranza. Consiglio al candidato penta stellato di studiare le regole e poi di parlare. Comprendo le diverse posizione politiche, ma non si possono strumentalizzare le difficoltà delle famiglie causate da gestioni irresponsabili per le quali ci aspettiamo piena luce dalla magistratura» conclude Savino.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop, Savino (Fi) contro Menis (M5s): «Eviti di strumentalizzare le difficoltà di tanti triestini»

TriestePrima è in caricamento