Politica

Corteo dei lavoratori: spuntano bandiere e maglie con la stella rossa (FOTO)

Nella consueta manifestazione del Primo maggio, partita da San Giacomo, come ormai "tradizione" ha visto tra le bandiere dei sindacati, anche quelle dell'ex Jugoslavia di Tito

foto di Stefano Mattia Pribetti

La mozione urgente dello scorso 14 aprile, presentata dai capigruppo di maggioranza in Consiglio comunale Claudio Giacomelli (FdI), Paolo Polidori (Ln), Vincenzo Rescigno (Ld) e Piero Camber (FI), non ha scalfito chi, ormai da un paio d'anni, nel corteo dell'1 maggio per la Festa dei lavoratori, preferisce portare vessilli e bandiere che nulla hanno a che fare con il lavoro: «Simboli offensivi per la memoria storica della città e di insulto per il ricordo di quanti subirono persecuzioni, torture, infoibamenti e omicidi a partire dal 1 maggio 1945», scrivevano nella mozione i proponenti che chiedevano di «impegnare il sindaco a trasmettere il sentimento del Consiglio comunale di Trieste al prefetto, al questore e agli organizzatori della manifestazioni per il Primo maggio, invitando questi ultimi  a non ammettere episodi simili sino a isolare ed espellere dalle proprie manifestazioni le persone che si macchiassero di tali inqualificabili comportamenti e, qualora tali fatti si dovessero ripetere anche quest'anno in alcune manifestazioni, a invitare prefetto e questore a vietarle per l'anno 2018».

Oggi, come da tradizione, il corteo è partito alle 9 da San Giacomo alla volta di piazza della Borsa. Alla partenza da San Giacomo non solo appunto bandiere delle varie organizzazioni sindacali, ma anche quelle con la stella rossa e, novità di quest'anno, anche le magliette indossate da alcuni dei manifestanti.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo dei lavoratori: spuntano bandiere e maglie con la stella rossa (FOTO)

TriestePrima è in caricamento