Crisi Eaton, Bolzonello: «Un milione e mezzo di euro per il riassorbimento del personale delle aziende in crisi»

Il vicepresidente: «In Giunta abbiamo alzato l’asticella dell’intensità dei contributi per chi assume i lavoratori di un’azienda in crisi portandoli dal 50 al 75%»

«Un milione e mezzo di euro che serviranno per l’estensione dei contributi alle grandi imprese che assorbiranno il personale che arriva da aziende in crisi ed un aumento dal 50 al 75% dell’intensità dell’aiuto». Sergio Bolzonello, vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, annuncia i primi interventi per cercare di dare una risposta ai lavoratori della Eaton. «Al momento - spiega Bolzonello - non ci sono margini di intervento con la multinazionale americana, e anche la riconversione appare in salita come confermano i rappresentanti delle categorie economiche. Dobbiamo avere un riscontro numerico invece da parte di Fincantieri e da altre imprese che hanno manifestato un certo interesse a riassorbire una parte dei dipendenti Eaton».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per quanto riguarda gli interventi diretti - aggiunge il vicepresidente - venerdì in Giunta abbiamo alzato l’asticella dell’intensità dei contributi per chi assume i lavoratori di un’azienda in crisi portandoli dal 50 al 75%, e questo è un primo passo. In assestamento di bilancio modificheremo la norma in modo da fornire queste risorse anche alle grandi imprese al fine di aiutare una ricollocazione del maggior numero possibile di lavoratori. Qui verranno assegnate risorse per un milione e mezzo, una cifra quindi importante che servirà proprio a sostegno del riassorbimento di queste persone. Lo strumento possiamo attuarlo perché l’isontina è “area di crisi diffusa” e quindi sarà rivolto a quel territorio». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Non solo transfrontalieri: chi può entrare in Slovenia dal 26 maggio

  • Un aiuto per pagare l'affitto: al via il bando del Comune

  • Sparatoria a Nova Gorica, coinvolte più persone

Torna su
TriestePrima è in caricamento