Politica

Crisi dell'editoria: Pustetto interroga la Regione

Stefano Pustetto, consigliere regionale di Sel, interroga la Giunta regionale riguardo l'annunciata legge che dovrebbe affrontare i problemi economici in cui si trova l'editoria

Interrogazione del consigliere regionale di Sel, Stefano Pustetto, che chiede alla Giunta l'elenco completo, con i relativi importi, dei vari interventi fatti dalla Regione a favore dei vari organi di informazione (radio, tv, carta stampata), ma anche di esplicitare i criteri adottati per finanziare o escludere alcune testate giornalistiche, considerato che lo stato di difficoltà morde in modo abbastanza diffuso tutti gli organi di informazione della regione.

Pustetto vuole inoltre sapere a che punto sia l'annunciata legge volta ad affrontare in modo organico i tanti problemi che stanno affossando l'editoria e il pluralismo dell'informazione anche in FVG. Il consigliere di SEL ricorda gli impegni che la presidente Serracchiani aveva preso nell'ottobre 2013 in occasione dell'incontro con i vertici regionali dell'Ordine dei giornalisti e con Assostampa FVG, in cui si poneva l'accento sulla crisi dell'editoria, sui tanti giornalisti precari, sull'importanza dell'informazione e della comunicazione istituzionale nella Pubblica amministrazione.

«Nell'incontro fra i giornalisti di Slovenia, Carinzia, Croazia e FVG tenutosi ad Arnolstein (Austria) nel settembre 2014 - aggiunge Pustetto - la Presidente della Regione auspicava di varare in tempi brevi, così come fatto in Veneto, Toscana e Marche, una legge regionale che affrontasse in modo organico i problemi dell'informazione. Nel frattempo la crisi ha continuato a mordere, tanto che i giornalisti del Piccolo, dopo la ristrutturazione del 2011, sono passati da 48 a 40 e la proprietà sta proponendo una ulteriore riduzione del personale fino a 32 unità; il Gazzettino ha formalizzato in questi giorni lo stato di crisi della testata, a pochi mesi dalla drastica riduzione della sua redazione di Udine, trasformata in semplice ufficio di corrispondenza; con la recente chiusura del Quotidiano del Friuli Venezia Giulia di Udine l'informazione regionale viene ulteriormente depauperata, con il rischio reale e preoccupante di una informazione monocorde; la Rai regionale, come altre redazioni delle televisioni locali, sta subendo un progressivo depauperamento».

In questo quadro va però rilevato che nell'ultima finanziaria, così come negli anni precedenti, sono stati concessi stanziamenti a una nota testata locale senza esplicitare le motivazioni di tale sostegno economico. Dati questi presupposti e tenuto conto che la pluralità dell'informazione è l'humus essenziale per la crescita e lo sviluppo di una democrazia che voglia dirsi sana, Pustetto ha deciso di rivolgere alla Giunta questi quesiti per cercare di capire come potrà evolversi la situazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi dell'editoria: Pustetto interroga la Regione

TriestePrima è in caricamento