Politica

25 aprile, Serracchiani: «È simbolo grande per l'Italia»

La presidente della regione Friuli Venezia Giulia ricorda a margine delle celebrazioni per la festa della Liberazione, la figura esemplare di don Edoardo Marzari Medaglia d'oro al valor civile per l'attività antifascista. «La Liberazione è inizio nuovo cammino per il Paese»

«Il 25 aprile è un simbolo grande per l'Italia: rappresenta non solo la liberazione dal giogo nazifascista ma anche e forse soprattutto l'inizio di un cammino nuovo del Paese sulla strada delle moderne democrazie». Lo ha dichiarato oggi a Trieste la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, a margine delle celebrazioni per il 25 aprile al monumento nazionale della Risiera di San Sabba.

«Il giorno in cui venne proclamata l'insurrezione generale contro gli occupanti e i loro collaboratori avvenne una cesura nella storia, della quale siamo ancora debitori»: ricorre un anniversario che ci incita a perseverare nella costruzione di un Paese avanzato e aperto, solido e giusto. E come l'ebbero settanta anni fa i combattenti per la libertà, anche noi oggi dobbiamo avere nel cuore la meta di un'Italia nuova».

«Da Trieste, dove l'ultima Liberazione giunse molto più tardi e a seguito di sofferenze terribili - ha affermato la presidente Serracchiani - voglio ricordare la figura esemplare di don Edoardo Marzari, presidente del Cln cittadino, uomo di valori indomiti e capace di unire anche nei momenti più drammaticiMeritò la Medaglia d'oro al valor civile per l'attività antifascista ma anche, nel dopoguerra, per l'opera sindacale e di educazione popolare».

«Lo indico quale esempio dei tanti che, guardando oltre la bufera, vollero e seppero ricostruire il Paese. E lo ricordo perché a noi spetta onorare quei padri della Patria proseguendo
il loro operato, senza farci piegare dai fatti di una cronaca minacciosa o, più spesso, dolente», ha concluso la presidente della Regione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 aprile, Serracchiani: «È simbolo grande per l'Italia»

TriestePrima è in caricamento