Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Differenziata Muggia, Delconte (FdI): «Questa raccolta porta a porta non può funzionare»

La proposta di FdI: «Siamo favorevoli ad un sistema misto che lasci tre cassonetti grandi per carta, plastica e vetro, nei luoghi dove sono posizionati normalmente; mentre umido ed indifferenziato vengano prelevati quotidianamente porta a porta»

«Prendendo spunto dalla situazione conflittuale tra cittadini e centrosinistra sulla questione rifiuti, si sottolineano alcuni accadimenti recenti: la civile manifestazione di piazza Marconi contro il porta a porta, un consiglio comunale “caldo” sul tema profughi e l’assemblea ad Aquilinia avente medesimo oggetto; senza contare la secretazione del luogo dove soggiorneranno gli immigrati. Tutte situazioni che hanno scavato un solco profondo fra l’amministrazione comunale, in balia delle divisioni interne al Partito Democratico, e i muggesani; in mezzo, un sindaco incapace di prendere decisioni autonome. È chiaro che in tale contesto bisogna invertire la rotta: occorre ascoltare i cittadini senza imporre i provvedimenti, dal momento che è palese che la “maggioranza” esiste solo per gli effetti della legge elettorale ma di fatto non c’è». Queste le dichiarazioni del consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Nicola Delconte.

«In risposta a questa tensione continua– aggiunge–, instaurata dalle impopolari scelte della giunta, non è sufficiente un rinvio del porta a porta ma serve sospendere immediatamente tutto, andare rione per rione, incontrare i relativi residenti, condominio per condominio e casetta per casetta se necessario; solo così gli amministratori locali potranno dare risposte serie ai legittimi problemi posti dalle persone».

«Noi crediamo che il sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta a Muggia, così come partorito dalla fervida mente della sinistra, non possa funzionare. È una concezione che non si sposa con il territorio ed è stata malamente imposta dal Pd che non ascolta le esigenze dei muggesani. Siamo invece favorevoli ad un sistema misto che lasci tre cassonetti grandi per carta, plastica e vetro, nei luoghi dove sono posizionati normalmente; mentre umido ed indifferenziato vengano prelevati quotidianamente porta a porta» conclude.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Differenziata Muggia, Delconte (FdI): «Questa raccolta porta a porta non può funzionare»

TriestePrima è in caricamento