menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diritti civili, Savino (FI) : «No a matrimoni e adozioni gay»

Sandra Savino, deputata di Forza Italia, racconta la sua posizione non in linea con il disegno di legge Cirinnà: «Nel concreto reputo sbagliata la possibilità della stepchild adoction. Trovo invece opportuna e doverosa l'introduzione di una forma di Unione civile che preveda il reciproco sostegno all'interno della coppia»

«Rispetto alle posizioni che stanno emergendo sulle Unioni civili, anche interne a Forza Italia, sono e rimango delle mia opinione che non corrisponde a quanto prescritto dal disegno di legge Cirinnà. Parto infatti dal presupposto che una cosa è il matrimonio e altro, a mio parere, deve essere quella fattispecie di accordo formale che lega due persone anche dello stesso sesso». Così la deputata di Forza Italia, Sandra Savino, che interviene sul ddl Cirinnà, tornato alla ribalta a seguito della sentenza dei giudici del Consiglio di Stato sulle trascrizioni dei matrimoni omosessuali contratti all'estero.

«Nel concreto - afferma Savino - reputo sbagliata la possibilità, introdotta dal disegno di legge, della stepchild adoction: ovvero l'adozione del bambino che vive in una coppia dello stesso sesso, ma che è figlio biologico di uno solo dei due. Sostengo questa mia contrarietà sulla base alla rispettabile convinzione che i genitori debbono essere un uomo e una donna».  Savino Sandra

«Trovo - continua Savino - invece opportuna e doverosa l'introduzione di una forma di Unione civile che preveda il reciproco sostegno all'interno della coppia: mi riferisco ai diritti di assistenza sanitaria, carceraria, all'unione o separazione dei beni, al subentro nel contratto d'affitto, mentre sulla reversibilità della pensione mantengo forti perplessità fondate sulla tenuta contabile del nostro sistema previdenziale».

«Francamente - dice ancora Savino - non credo di rappresentare una posizione di retroguardia culturale o di miopia di fronte ad un mondo che cambia, nei costumi e, ahimè, anche nei valori: rivendico però il diritto di sostenere quelle che sono le mie convinzioni condivise, ne sono certa - conclude -, da tanti elettori di Forza Italia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento