Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Divieto pesca nell'Adriatico, Cecco (FareAmbiente): «Esagerato, soprattutto per la nostra zona»

Il coordinatore regionale di FareAmbiente commenta la proposta della Commissione Europea per una riduzione del 25-30% del pescato

«Capisco le necessità del fermo pesca per la salvaguardia della specie, ma il blocco con la riduzione proposta in Adriatico per “sardelle” e “sardoni” mi sembra esagerato soprattutto per la nostra zona e condivido le perplessità e le preoccupazioni dei pescatori» commenta così Giorgio Cecco coordinatore regionale di FareAmbiente la proposta della Commissione Europea per una riduzione del 25-30% del pescato.

«Auspichiamo piuttosto una vera battaglia all'inquinamento del nostro mare che subisce di tutto e di più ed alle attività che mettono a rischio ogni specie presente nonchè la salute delle persone - sottolinea Cecco. Inoltre se poi pensiamo ad un’Europa che da una parte permette l’uso alimentare degli insetti, che fra l’altro hanno una funzione molto importante per l’equilibrio naturale e dall'altra tutela poco i prodotti locali tipici di qualità, restano tutte le perplessità e i dubbi su questa gestione comunitaria».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divieto pesca nell'Adriatico, Cecco (FareAmbiente): «Esagerato, soprattutto per la nostra zona»

TriestePrima è in caricamento