Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Donne e natalità, De Monte (Pd): «Savino dimostra mentalità "cavernicola"»

La deputata forzista: «Serracchiani non capisce le necessità delle famiglie perché non ha figli», Grim: «Ragionamento medievale»

«Le parole di Sandra Savino sono un obbrobrio che ci riporta indietro ai tempi della pietra. Avrebbe riservato lo stesso trattamento a un uomo? Credo proprio di no». Lo afferma l’europarlamentare del Pd Isabella De Monte, commentando le dichiarazioni della deputata forzista Sandra Savino, secondo cui la presidente Serracchiani non sarebbe legittimata a occuparsi di natalità perché «una donna senza figli difficilmente può capire le necessità delle famiglie».

Secondo De Monte «Savino ci insegna che per parlare di minori è necessario avere figli, così come bisogna essere necessariamente malati per parlare di sanità, disabili per occuparsi di disabilità, anziani per le case di riposo o cantanti lirici per legiferare sui teatri. Se di mezzo non ci fosse un atteggiamento umiliante nei confronti delle donne, le sue parole potrebbero anche strappare una risata. Ma, purtroppo, in questo caso non c’è granché da ridere: Savino dimostra una mentalità cavernicola». 

«Difendere le donne – sottolinea De Monte – significa innanzitutto rispettarle, come si rispetta e si riserva pari dignità a qualsiasi cittadino, uomo o donna che sia, che abbia o non abbia figli. Non è in base allo stato di famiglia che si pesa il diritto di parola o di azione di una persona. Quando si rappresentano i cittadini italiani bisognerebbe tenerlo sempre a mente».    

Così commenta invece Antonella Grim, segretaria regionale Pd Fvg: «Le parole dell’onorevole Savino ci offendono tutti, donne e uomini: se questa è l’idea che ha delle donne e della maternità, farebbe più bella figura stando zitta». Secondo Grim «Savino vada a dire alle tante colleghe del suo partito e delle altre forze politiche che non sono legittimate a dire né fare nulla in tema di famiglia, natalità, welfare, asilo, scuola, pari opportunità. Stando alla sua tesi, infatti, le donne dovrebbero tacere su questi temi solo perché non hanno messo al mondo dei bambini. Savino, con le sue parole, mortifica tutte le donne e ferisce coloro che, per scelta o per ragioni indipendenti dalla loro volontà, non sono madri. E’ un ragionamento medievale che davvero non si può tollerare da chi siete nelle Istituzioni e pretende di rappresentare tutti».

«Entrando infine nel merito delle scelte che Serracchiani e il centrosinistra hanno assunto per favorire la natalità – osserva Grim – ricordo all’onorevole Savino ad esempio la questione dell’abbattimento delle rette per gli asili nido, che forse lei non conosce. Per la fascia 0-3 questa Giunta ha fatto in modo di anticipare finalmente il contributo per l’abbattimento rette che viene dato alle famiglie, che prima veniva concesso a consuntivo, e che noi abbiamo anticipato mese per mese: questo significa tagliare i costi per le famiglie in modo vero».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donne e natalità, De Monte (Pd): «Savino dimostra mentalità "cavernicola"»

TriestePrima è in caricamento