Duino Aurisina verso l'Europa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

La lista Forza Duino Aurisina prosegue il ciclo degli incontri con la popolazione per la presentazione del programma e dei candidati a sostegno di Daniela Pallotta candidata a Sindaco per il centro destra.Borgo San Mauro presso il Bar agli Sportivi ha ospitato l'incontro dedicato ai Progetti Comunitari, allo Sviluppo Sostenibile del Territorio ai Progetti di Duino Aurisina 4.0.Massimo Romita Capolista della Lista Forza Duino Aurisina ha ricordato gli impegni per Borgo San Mauro negli ultimi cinque anni e i progetti e le risorse lasciate in mano all'amministrazione di centro sinistra. In particolare i fondi e i progetti per l'ex ricreatorio, come la progettualità per gli impianti di illuminazione nonché ha voluto sottolineare la necessità di riprendere in mano la convenzione che lega il Comune di Duino Aurisina e Portopiccolo per risolvere la problematica dei parcheggi per i residenti.Daniela Pallotta Candidata a Sindaco, ha voluto sottolineare l'importanza di riprendere in mano la situazione della Casa di Riposo, lasciata negli ultimi anni allo sbando (non dalla Direttrice ma da una poco presente Assessore), sulla quale girano voci non positive. Riprendere il dialogo con l'Azienda Sanitaria, e gli attori per rilanciarla e adeguarla non solo alle normative ma alle nuove necessità dell'utenza. Ripartire con la Regione per riprendersi i fondi destinati al Centro Ricreativo dell'Ex Guardia di Finanza per cui si era speso parecchio tempo per arrivare ad un progetto condiviso. Aree Wifi gratuito nei punti strategici del territorio possono garantire maggiore servizio anche al turista e al cittadino. La posizione privilegiata al confine tra due Stati membri dell'Unione Europea è uno dei valori aggiunti del nostro territorio. Oggi i Comuni hanno sempre meno risorse e più competenze, perciò, oltre alla ovvia e doverosa collaborazione con tutte le realtà istituzionali quali Regione, Comuni, UTI, CCIAA, ecc., sarà quanto mai indispensabile conoscere e attingere ai fondi di finanza agevolata, europei, regionali ecc. Sarà importante rapportarsi con realtà quali il GAL CARSO-LAS KRAS e tutti gli enti che presenteranno strategie di sviluppo locale che sono alla base di un'integrazione europea vera e propria, quali ad esempio il GECT Alto Adriatico di cui il Comune fa parte. Carica dall'energia che i candidati gli stanno trasmettendo nel presentare i punti del programma Daniela Pallotta ha voluto sottolineare l'importanza di andare a ricercare fondi esterni attraverso bandi e contributi Europei.Di Bandi e di modalità di presentazione dei progetti ne ha parlato Elisa Spadaro, candidata residente a Visogliano, operante in un importante istituto ha sottolineato come "il cambiamento può essere attuato se il Comune attiva un nuovo processo: un processo semplice, economico, per nulla innovativo, anzi datato ma sempre efficace: il dialogo! E necessario ripristinare il dialogo assente ormai da lungo tempo, dove l'ascolto, il confronto, la collaborazione e il supporto devono essere prioritari a tutto. I fondi comunitari e trasfrontalieri - ha ricordato la Spadaro - sono gli strumenti a disposizione degli Enti locali, delle Aziende e dei singoli cittadini atti ad abbattere costi relativi ad opere da realizzare, alla formazione del personale, all'avviamento di attività, ad incentivare e rafforzare la cittadinanza europea - e per questo ci impegneremo ad aprire uno sportello apposito.Il nostro è un territorio meraviglioso e dobbiamo mantenerlo tale, attraverso una sinergica attività tra il mondo imprenditoriale e l'amministrazione comunale. Le aziende agricole e il mondo rurale possono rappresentare la forza di far ripartire - ha sottolineato Mateja Pernarcich - il nostro territorio, congiuntamente con gli operatori, pubblici esercizi ed aziende che hanno la necessità di avere gli strumenti necessari per potersi rinnovarsi e sviluppare le proprie aziende. Snellire la parte burocratica, abbassare la tassazione, valorizzare chi dedica alla propria azienda (a Duino Aurisina sono molte le aziende famigliari) dalla mattina alla sera la propria vita. Siamo convinti che le proposte inserite nel nostro programma possono dare delle risposte certe a chi vuole continuare ad investire sul territorio per dare un futuro a noi giovani.Annalisa D'errico, maestra della Pascoli, ha ricordato le battaglie di civiltà che ha portato avanti per la difesa delle necessità del Borgo San Mauro, dall'illuminazione alla linea adsl che - ha affermato - in un territorio che si definisce turistico non può e non deve rimanere indietro. Vorrei - ha concluso - che il nostro territorio e la nostra borgata tornino a vivere serenamente, in sicurezza (troppe volte l'illuminazione è saltata e è tutt'ora mancante), con la possibilità di ritrovarsi in un centro adeguato alle esigenze dei giovani e dei meno giovani, insieme poi poterlo mantenere con dignità. Scandaloso poi l'ennesimo ritardo sui lavori della Scuola Media De Marchesetti legati al rifacimento dei pavimenti previsti per questa estate e che probabilmente non partiranno.

I più letti
Torna su
TriestePrima è in caricamento