menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

...E si Vota anche in Slovenia

Grande favorito e' il centro-destra con il probabile ritorno al potere, dopo tre anni all' opposizione, dell'ex premier Janez Jansa. In Slovenia, unico dei paesi della ex Jugoslavia a far parte della Ue e dell' Eurozona, si vota oggi  in elezioni...

Grande favorito e' il centro-destra con il probabile ritorno al potere, dopo tre anni all' opposizione, dell'ex premier Janez Jansa.
In Slovenia, unico dei paesi della ex Jugoslavia a far parte della Ue e dell' Eurozona, si vota oggi in elezioni anticipate che vedono poco meno di 1,7 milioni di elettori chiamati a scegliere i componenti del nuovo parlamento, il sesto dall'indipendenza raggiunta dalla Slovenia nel 1991. Il Partito democratico sloveno (Sds, conservatori) di Jansa e' dato dai sondaggi al primo posto, con poco piu' del 31 per cento delle preferenze, e probabilmente per governare sara' costretto a formare una coalizione con due partiti minori di centro-destra.
L'altro ieri Jansa ha lanciato un ultimo appello agli sloveni, invitandoli a votare per lui e per un governo forte, ''in grado di prendere decisioni difficili per risanare l'economia''.
Jansa ha promesso una ripresa dell'economia nazionale, la diminuzione del deficit al 3 per cento, tagli all'amministrazione pubblica, privatizzazioni e investimenti, ''ma mantenendo il tenore di vita attuale e creando 40 mila posti di lavoro''.
I voti delle sinistre confluiranno su due candidati. Il sindaco di Lubiana, Zoran Jankovic, e il suo partito formato solo quattro settimane fa, la Slovenia positiva, dovrebbero arrivare secondi con il 20 per cento dei consensi.
Il premier uscente, Borut Pahor, capo dei Democratici sociali, che nei sondaggi non supera il 12 per cento dei voti, verra' con ogni probabilita' punito dagli elettori per non aver saputo gestire l'economia in tempi di crisi, ora davanti a una nuova recessione dopo quella del 2009 quando il Pil vide una contrazione dell' 8 per cento.
Gli analisti prevedono un alto tasso di partecipazione al voto, tra il 60 e il 70 per cento degli 1,65 milioni di aventi diritto, sui due milioni di abitanti.

Si votera' con un sistema proporzionale in otto circoscrizioni elettorali con lo sbarramento al 4 per cento, per eleggere 88 dei 90 deputati che compongono il parlamento di Lubiana. Nelle restanti due circoscrizioni saranno eletti con un sistema maggioritario i rappresentanti delle minoranze nazionali, quella ungherese e italiana.
Le urne si sono aperte oggi alle 07:00 (locali e italiane) per chiudersi alle 19.00 quando saranno noti gli exit poll. I primi risultati ufficiali sono attesi in tarda serata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento