menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Giovanni Montenero

foto Giovanni Montenero

Elezioni 2018: affluenza FVG al 75%, Trieste ultima in Regione

Il Fvg al voto un milione di abitanti che eleggerà 20 parlamentari; per la prima volta con il Rosatellum

Aggiornamento finale: Concluso il conteggio dell'affluenza ai seggi in FVG con un dato del 75,13 per cento degli elettori al voto. Trieste resta fanalino di cosa con 70,46% mentre Pordenone ha fatto registrare il 77,51%, Gorizia il 75,78% e Udine 75,69%.

Aggiornamento: 205 seggi su 215 hanno comunicato l'affluenza che vede il FVG 75,06%; confermato l'ultimo posto di Trieste con il 70,46%; primo posto per Pordenone con 77,37%, Udine di poco meglio di Gorizia con rispettivamente il 75,88% e il 75,82%.

Affluenza alle 23

Con ancora qualche seggio che deve comunicare i dati dell'affluenza, poco prima della mezzanotte di questa domenica 4 marzo di tornata elettorale fa segnare comunque un risultato importante in chiave di elettori andati ai seggi: a differenza delle precedenti votazioni segnate da un altissimo dato di astensione, questa volta gli italiani che non hanno espresso la loro preferenza sono decisamente in minoranza. Il dato nazionale si aggira intorno al 74%, con un il Nord che alza il dato di alcune regioni del Sud: il FVG è nella top10 con un'affluenza superiore al 75%. 

Nello specifico mentre Gorizia e Udine fanno registrare poco più del 75% di elettori alle urne, Trieste finisce all'ultimo posto della classifica regionale con il 73,5%, compensato dal 77,5% di Pordenone.  

Urne chiuse: distribuite migliaia di tessere elettorali

L'assessore agli uffici elettorali Lorenzo Giorgi plaude all'operato dei dipendenti comunali: Giorgi: «Distribuite migliaia di tessere: ringrazio le migliaia di persone impegnate a garantire il regolare svolgimento delle elezioni politiche!» (Qui l'articolo completo).

Affluenza alle 19

Alle 19 oltre il 63% degli aventi diritto si sono recati alle urne in Fvg, ben oltre media nazionale del 58%. A Trieste va la maglia nera per il comune con minor affluenza. (Qui l'articolo completo).

Il voto del sindaco Dipiazza

Il sindaco Roberto Dipiazza, per dare il buon esempio, ha postato sui social una sua foto alle urne (Qui l'articolo completo).

Aggiornamento alle 12

Secondi in Italia per affluenza: in Friuli Venezia Giulia il 22,53% degli elettori si è recato alle urne entro le 12 di oggi (Qui l'articolo completo).

Elezioni 2018: un milione di votanti in Fvg

L'Italia va alle urne, per la prima volta con il Rosatellum. Una giornata sola di voto, dalle 7 alle 23, per eleggere 618 deputati e 309 senatori più 2 deputati e 6 senatori eletti dalla circoscrizione degli italiani all’estero. Il Fvg eleggerà 20 parlamentari, di cui 13 deputati e 7 senatori, i primi eleggibili da tutti i maggiorenni (scheda rosa), e i secondi da chi ha superato i 25 anni (scheda gialla).

In Fvg i potenziali elettori sono 950.403 alla Camera e 886.249 al Senato. In provincia di Trieste, per Montecitorio saranno 184.099 e 172.488 per Palazzo Madama. In provincia di Gorizia gli elettori sono invece 108.571 alla Camera e 101.209 al Senato. La provincia con più elettori è quella di Udine con 421.624 convocati al voto per la Camera e 393.209 a quello per il Senato. Infine, la provincia di Pordenone con 236.109 elettori alla Camera e 219.334 al Senato. Le cifre nazionali si attestano invece a oltre 46 milioni di elettori per i deputati e poco meno di 43 milioni per i senatori.

La legge elettorale, che non prevede premio di maggioranza, espone al rischio dell'ingovernabilità, in quanto nessuno dei tre poli potrebbe raggiungere un numero di seggi necessario a governare senza allearsi con un avversario.

Si sfideranno la coalizione di centrodestra formata da Forza Italia con Silvio Berlusconi, la Lega Nord di Matteo Silvani, i Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni e Noi con l’Italia-Udc, il Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio, e il Pd di Matteo Renzi. Per quanto riguarda i collegi uninominali (232 alla Camera, 116 al Senato), per i voti ricevuti a livello regionale al Senato sarà adottata una ripartizione proporzionale, mentre per la Camera si procederà a livello nazionale. In Fvg (22 liste alla Camera, 20 al Senato), con 7 uninominali sulle due schede (5 alla Camera e 2 al Senato), la grande sfida sarà tra Riccardo Illy e Laura Stabile e tra Debora Serracchiani e Renzo Tondo.

Per poter esercitare il diritto di voto i cittadini dovranno esibire un documento di riconoscimento valido assieme alla tessera elettorale personale. Sarà considerato nullo il voto disgiunto: ossia non è possibile scegliere un candidato uninominale e una lista collegata a un altro candidato uninominale. Tre, le modalità di voto previste: si può tracciare un segno su una delle liste, e il voto sarà attribuito anche al candidato uninominale corrispondente, oppure apporre una croce sia sul nome del candidato uninominale che su una delle liste a lui collegate, infine tracciare un segno solo sul nome del candidato uninominale. Se sostenuto da una sola lista, il voto si trasferisce anche alla lista; se sostenuto da più liste, i voti al candidato uninominale vengono distribuiti tra le suddette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento