menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Fedriga e Roberti (Ln): «Dare più strumenti alle Forze dell'Ordine per garantire sicurezza»

«Stiamo attraversando una fase di costante contrazione del diritto alla sicurezza con tagli effettuati al personale delle Forze dell'Ordine e dotazioni del tutto inadeguate allo svolgimento delle mansioni, come peraltro denunciato dal Sindacato Autonomo di Polizia»

«Intervenire a livello nazionale e regionale per dare più strumenti alle Forze dell'Ordine, a piena tutela della sicurezza dei cittadini». Lo chiedono il capolista alla Camera Massimiliano Fedriga e il vicesindaco di Trieste Pierpaolo Roberti, nelle loro rispettive vesti di segretari della Lega Fvg e triestina.

«Stiamo attraversando una fase di costante contrazione del diritto alla sicurezza - spiegano i due esponenti del Carroccio - con tagli effettuati al personale delle Forze dell'Ordine e dotazioni del tutto inadeguate allo svolgimento delle mansioni, come peraltro denunciato dal Sindacato Autonomo di Polizia»

«Un problema - proseguono Fedriga e Roberti - che interessa anche la Polizia Locale, nata nel 1986 e da allora mai adeguata, sotto il profilo normativo e sindacale, alle crescenti competenze maturate sul campo». «La costante umiliazione delle Forze dell'Ordine deve lasciare spazio alla valorizzazione delle competenze e al riconoscimento della piena dignità a chi, con enormi sacrifici, si fa in quattro per regalare a noi tutti un Paese migliore in cui vivere»

«La Lega al Governo porrà dunque fine all'epoca degli svuotacarceri: sei decreti approvati in cinque anni, l'ultimo dei quali, votato poche settimane fa dalla Commissione Giustizia, concede l'accesso a misure alternative alla detenzione a chiunque, senza distinzione di reato, abbia maturato una condanna inferiore ai quattro anni»

«Misure che non sono solo di carattere nazionale, ma anche locale: la sinistra, in questi anni, ha infatti lentamente smantellato la legge 9/2009, svuotandola dai suoi contenuti fondamentali. La risposta - insistono Fedriga e Roberti - deve andare in direzione opposta, attribuendo maggiori poteri ai sindaci e introducendo, oltre al parametro di 1 operatore ogni 1000 abitanti già previsto dalla normativa regionale, standard più elevati per i centri abitati più popolosi»

«Obiettivo generale - concludono i due esponenti della Lega - è quello di dare vita a un piano di assunzioni capace di rispondere alle necessità dei territori e dei cittadini»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Cucina tipica: la ricetta della minestra de bisi spacai

social

Cucina di mare: la ricetta delle canocie in busara

social

Festa della Donna: le idee regalo per sorprendere chi ami

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento