Politica

Elezioni regionali, Russo (Pd) a Serracchiani: «Non mi candido, ma basta "riunioni segrete"»

«Bisogna individuare il candidato migliore tutti insieme, non i soliti noti durante cene riservate o "caminetti" di corrente o regaliamo il Fvg al centrodestra»

«A Debora Serracchiani rispondo che non ho intenzione di candidarmi a presidente della Regione: so, ad oggi, di non essere l’uomo giusto» così ribatte  il senatore Francesco Russo alla presidente della Regione Fvg sulle prossime candidature alle elezioni del 2018. «Sono pronto, però - precisa Russo sul suo profilo Facebook -, a lavorare per individuare tutti insieme il candidato migliore. A patto che non lo decidano sempre i soliti noti magari in riunioni (più o meno) segrete, cene riservate, "caminetti" di corrente: a me piacerebbe, invece, una discussione aperta e trasparente che coinvolga i nostri circoli ed i nostri elettori».

«È forse troppo - ironizza il senatore - chiedere di non avere paura che questo candidato sia scelto (dati alla mano) valutando semplicemente chi è il più capace di ribaltare la sconfitta che oggi i sondaggi ci preannunciano, di unire tutto il centrosinistra e le parti più vitali della società regionale? Se continuiamo così il FVG lo regaliamo alla destra».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, Russo (Pd) a Serracchiani: «Non mi candido, ma basta "riunioni segrete"»

TriestePrima è in caricamento