rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Elezioni comunali 2016

Amministrative, Carini (Startup Trieste) lancia l’assessorato ai giovani

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Il candidato sindaco Fabio Carini, sostenuto dalla lista apartitica Startup Trieste, lancia l’idea di un assessorato comunale esclusivamente dedicato ai giovani, per sostenere le idee, lo spirito d’imprenditorialità e rispondere in modo preciso e puntuale a tutte le richieste dei ragazzi. 

«E’ necessario puntare al 100% sui giovani – ha sottolineato – dando spazio a chi vuole rischiare, a chi vuole restare a Trieste, ad esempio con nuovi incubatori, da realizzare all’ interno del Porto Vecchio o negli edifici abbandonati da tempo o chiusi e utilizzati, anche grazie al contributo e al coinvolgimenti di privati. Bisogna dare la possibilità di avviare imprese a costo zero, che poi inevitabilmente porteranno reddito anche sul territorio, è fondamentale garantire ai giovani servizi, e un assessorato ad hoc diventa necessario, un punto dove i ragazzi possano trovare tutte le informazioni, che dia loro tutte le risposte alle richieste sul mondo lavorativo e non solo».

Carini ricorda il depauperamento della città negli ultimi anni, che ha visto centinaia di persone, soprattutto tra i 18 e i 35 anni, lasciare il capoluogo giuliano, per trasferirsi all’estero. Secondo i numeri dell’Ires, l’Istituto di ricerche economiche e sociali del Friuli Venezia Giulia, su elaborazione dei dati Istat, il 2014 ha visto trasferirsi all’estero oltre 600 triestini, dato record degli ultimi quindici anni. Secondo i dati della Fondazione Migrantes, del 2014, Trieste in particolare, insieme a Macerata, è la città da dove sono partite più donne, il 51,1% del totale nazionale. Una fuga che non si arresta.
«Molto spesso sono professionisti nei vari ambiti, architetti, ingegneri, avvocati, medici, ma anche tanti giovani imprenditori, che decidono di scommettere in un altro Paese. Trieste viene considerata Città della Scienza, peccato ci sia pure un esercito di ricercatori e scienziati che se ne sono andati, trovando gratificazioni e grandi risultati altrove. Dobbiamo garantire strumenti a livello locale, per cercare di mantenere in città i nostri ragazzi, che sono una grande risorsa per il futuro di Trieste».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative, Carini (Startup Trieste) lancia l’assessorato ai giovani

TriestePrima è in caricamento