Amministrative, Pdl: «Da Un'altra Trieste solo chiacchiere da bar, a noi piace lavorare con serietà»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Che i vertici di Un'altra Trieste si preoccupino di mettere il naso in casa d'altri non è una novità... 

Francamente però non vedo come un partito, che da anni spesso e volentieri ha votato contro le decisioni della giunta Dipiazza prima, e  spesso in linea con il centrosinistra poi, possa arrocarsi il diritto di dare valutazioni in merito a votazioni di altri gruppi. giorgi lorenzo ok-2

Il popolo della libertà non ha partecipato (pur essendo in aula per rispetto del proprio compito istituzionale) al voto sulla delibera inerente Porto vecchio per un semplice motivo:  il provvedimento in questione era tecnicamente inutile, una semplice presa d'atto (in commissione i tecnici hanno lasciato presagire la sua sostanziale inutilità, confermando senza problemi che anche senza questa delibera non sarebbe cambiato nulla).

Cosi il PdL ha così deciso di non partecipare alla "sfilata elettorale" di Cosolini, su una delibera portata ieri in aula esclusivamente in vista delle primarie, e dalla guerra intestina su chi mostrasse più muscoli in merito a Porto Vecchio tra lui e il senatore russo...

Fossimo stati contro la sdemanializzazione avremmo votato NO...

Il resto sono solo chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere da baretto periferico. Ma ognuno fa politica come meglio crede.

Francamente a noi piace lavorare con serietà! Stop!

Lorenzo Giorgi          

Manuela Declich

PdL

I più letti
Torna su
TriestePrima è in caricamento