Domenica, 19 Settembre 2021
Elezioni comunali 2016

Forza Italia presenta i candidati, Dipiazza: «Respiro il clima del '96: dobbiamo liberare questa città dal Pd»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Una sala piena ha accolto la presentazione della lista di Forza Italia per le comunali e le circoscrizionali del 5 giugno alle amministrative di Trieste. Piero Tononi, vicecoordinatore provinciale, ha ricordato come nel 2011, dopo 10 anni di governo, il centrodestra abbia lasciato una città pulita e carica di energia, oggi invece c’è una Trieste sfiduciata. «Quella che presentiamo - ha aggiunto Tononi - è una lista forte e carica di entusiasmo, c’è una completa armonia con gli alleati anche sul programma». Giorgio Rossi, della Lista Civica Dipiazza, ha parlato di una sfida impegnativa su cui ci sarà da battagliare: «Ma siamo carichi con il vantaggio di avere nel gioco di squadra l’arma vincente». Fabio Scoccimarro, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, ha ricordato come si sia lavorato fino all’ultimo per avere una coalizione più ampia possibile. Pierpaolo Roberti, Lega Nord, ha parlato di obiettivo comune: il bene di Trieste.

Riccardo Riccardi, capogruppo in Consiglio Regionale di Forza Italia, ha evidenziato i grandissimi limiti della Serracchiani che sta penalizzando tutta la Regione con Trieste che sta pagando un prezzo altissimo. «La riorganizzazione degli enti locali - ha aggiunto - è uno dei tanti esempi visto che non aderisce neanche il comune, Muggia, dov’è sindaco il coordinatore provinciale del Pd. Vincere a Trieste significa dare l’avviso di sfratto a Serracchiani».

«Quello che sta facendo la giunta Cosolini - ha invece rimarcato la coordinatrice regionale, Sandra Savino - è sotto gli occhi di tutti e ogni giorno si aggiungono disastri. Non dobbiamo dare prova di saper governare perché abbiamo già governato e siamo stati certificati anche dai quotidiani nazionali. La sanità ora ha raggiunto livelli disastrosi - ha evidenziato Savino - con gli steward in ospedale e il taglio di posti letto e strutture. La Giunta Tondo aveva stanziato 180 milioni di euro per nuovo ospedale di Cattinara, ma non si è mosso niente. Dove sono questi soldi? Sulla Ferriera - ha concluso la parlamentare azzurra - c’era una accordo di programma siglato dall’esecutivo regionale precedente che avrebbe risolto la situazione, il Pd ha fatto altre scelte e ora a pagare il prezzo più alto sono proprio i cittadini».

«Siamo una coalizione unita - ha aggiunto Roberto Dipiazza - contro l’attuale amministrazione che in cinque anni è riuscita solo ad asfaltare via Filzi e via Roma, per il resto hanno solo realizzato nostri progetti. In cinque anni non sono stati capaci neanche di far partire i lavori per la galleria di Montebello nonostante il centrodestra avesse già stanziato i fondi».

Alla fine della presentazione tanti selfie e l’auspicio di portare più gente possibile a votare vista la necessità di riportare Trieste ai primi posti per la qualità della vita dopo 5 anni disastrosi di governo targato Pd.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia presenta i candidati, Dipiazza: «Respiro il clima del '96: dobbiamo liberare questa città dal Pd»

TriestePrima è in caricamento