Carini (Startup Trieste): «Giovani futuro della città, domenica incontro con i cittadini»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Siamo felici che entrambi i candidati sindaci del centrosinistra triestino – afferma il candidato sindaco della lista apartitica Startup Trieste, Fabio Carini - abbiano fatto propri buona parte dei punti cardine del nostro programma elettorale, così come noi avevamo identificato nella città metropolitana già proposta da altri l’unica attuale opportunità normativa per caratterizzare Trieste in ambito europeo».

«Solo un sano e trasversale principio di condivisione sulle tematiche principali ad esclusivo beneficio di Trieste e di tutti i cittadini può garantire a Trieste un futuro di reale interlocuzione nazionale ed internazionale, contribuendo in questo modo a migliorare l’aspetto di una città che cura poco se stessa. È fondamentale – aggiunge Carini – evitare il teatro dell’urlo, dell’insulto, della macchina del fango di triestini contro altri triestini per riavviare un necessario miglioramento della qualità di vita che abbiamo perduto in pochi anni».

«Questa è la rivoluzione pacifica dei cittadini – insiste #carinisindaco – per un Comune di Persone e non di poltrone. L’obiettivo, la vera svolta epocale, è una gestione della città priva di preconcetti e di preclusioni, una gestione in grado di ascoltare ogni interlocutore politico e individuare in ognuno la proposta migliore per Trieste».

«Ci stiamo avviando verso elezioni amministrative che influiranno pesantemente sulla nostra vita quotidiana dei prossimi cinque anni – evidenzia – e l’opportunità di un Comune più operativo in quanto apartitico è unica a livello nazionale».

Fabio Carini, forte di un vero e proprio mood all’insegna della politica del libero ascolto, incontrerà i triestini domenica 28 febbraio, alle 11, al pub In the City, in via del Teatro 2/B. Un appuntamento dedicato anche alla raccolta di progetti e idee provenienti dal mondo associativo e dai giovani.

«A Trieste le associazioni svolgono un ruolo fondamentale in molti settori – sottolinea – ma spesso non vengono supportate, non hanno fondi e nemmeno spazi adeguati. A questo proposito stiamo preparando una nostra proposta e non uno spot elettorale».

Largo poi ai giovani, che rappresentano uno dei punti cardine del programma della lista civica Startup Trieste. «Ci sono tanti ragazzi con voglia di fare e con progetti nuovi, dinamici, interessanti, in vari settori. Noi – sottolinea #carinisindaco - vogliamo ascoltarli e coinvolgerli in modo attivo nella vita cittadina». 

I più letti
Torna su
TriestePrima è in caricamento