Elezioni comunali 2016

Consiglio Comunale, Pd dimezzato in caso di sconfitta di Cosolini (PROIEZIONI)

Il gruppo dei partiti vincitori si porterà a casa il 60% dei posti in consiglio comunale totale, lasciando il 40% alle altre due compagini

A circa 10 giorni dal ballottaggio, realizzate le proiezioni sulla distribuzione dei seggi in consiglio comunale in caso di vittoria di Roberto Dipiazza o di Roberto Cosolini.

Premesso che solo le due coalizioni a sostegno dei Roberti ed il Movimento 5 Stelle rientreranno nella distribuzione dei seggi (gli altri candidati, Rosolen compresa, hanno ottenuto meno della soglia di sbarramento del 3%), il gruppo dei partiti vincitori si porterà a casa il 60% dei posti in consiglio comunale totale, lasciando il 40% alle altre due compagini.

Se Dipiazza dovesse diventare sindaco per la terza volta, Forza Italia porterebbe a casa ben 9 seggi (Michele Lobianco, Manuela Declich, Everest Bertoli, Lorenzo Giorgi, Giovanni Russo, Bruno Marini, Piero Camber, Michele Babuder ed Angela Brandi), 7 la Lista Dipiazza (Marco Gabrielli, grande vittoria delle Sentinelle in Piedi che farebbero 2/2 con l’elezione anche di Salvatore Porro) Carlo Grilli, Vincenzo Rescigno, Francesco Bettio, Giorgio Rossi, Barbara Dal Toè e Francesco Di Paola Panteca), 6 per la Lega Nord (Pierpaolo Roberti, Fabio Tuiach, Giuseppe Ghersinich, Serena Tonel, Paolo Polidori e Antonio Lippolis) mentre Fratelli d’Italia 2 seggi (Claudio Giacomelli e come detto in precedenza Salvatore Porro). Stop prima Trieste rimarrebbe all’asciutto.

In caso di vittoria di Roberto Cosolini, nel prossimo Consiglio siederanno ben 16 esponenti Dem (Fabiana Martini,  Antonella Grim, Giovanni Barbo, la sorpresa Valentina Repini, Laura Famulari, Marco Toncelli, Igor Svab, Roberto Treu,  Matej Iscra,

Alessandro Carmi, Anna Maria Mozzi, Caterina Conti, Mario Ravalico, Maurizio Vidali, Manuel Zerjul e Guglielmo Montagnana), 3 per la lista civica di Cosolini (Maria Teresa Bassa Poropat, Roberto Decarli ed Uberto Fortuna Drossi), 3 per la grande sorpresa di questa elezioni, la lista civica Verdi-Psi (Roberto de Gioia, Maria Orel e Guido Benci, peraltro tuti esponenti socialisti), 2 a Sel (Sabrina Morena e Jacopo Lillini) che comunque vada vedrà ridotta la sua presenza in consiglio (un solo consigliere in caso di sconfitta) mentre nessun seggio spetterebbe a Trieste Solidale

Più fluida la situazione dei Cinque stelle, 6 seggi in caso di vittoria di Dipiazza, 5 in caso di vittoria di Cosolini. Sicuri del posto sono Paolo Menis, Cristina Bertoni, Elena Danielis, Marco Svevo, Domenico Basso. Gianrossano Giannini per entrare deve sperare nella vittoria del centro-destra.

In caso di sconfitta del centro-destra Forza Italia 4 seggi, Lista Dipiazza 3 seggi, Lega Nord 2 seggi e Fratelli d'Italia - An 1 seggio

mentre se il centro sinistra dovesse soccombere Pd 6 seggi, Insieme per Trieste 1 seggio, Verdi-Psi 1 seggio e Sel 1 seggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio Comunale, Pd dimezzato in caso di sconfitta di Cosolini (PROIEZIONI)

TriestePrima è in caricamento