Mercoledì, 4 Agosto 2021
Elezioni comunali 2016 Piazza della Borsa

Cosolini e coalizione firmano il codice etico: «Continueremo a governare con onestà»

Firmato da parte del candidato sindaco di centro-sinistra e dai candidati dei partiti che lo sostengono il codice etico, che impegna in caso di elezioni a governare la città con onestà e trasparenza

«Buon 2 giugno care triestine e cari triestini». Sono le prime parole pronunciate nel tardo pomeriggio in piazza della Borsa dal candidato sindaco Roberto Cosolini davanti a numerosi candidati della coalizione che hanno firmato il codice etico con cui si impegnano, se eletti, ad amministrare la città secondo i principi di lealtà, di trasparenze ed onestà.

Il microfono però, sembra non funzionare e l’attuale sindaco sdrammatizza: «già durante il comizio di fine campagna elettorale cinque anni fa è successo questo disguido e poi le cose sono andate bene, speriamo che il risultato anche in questa volta sia lo stesso».

«Lo spirito repubblicano – ha sottolineato il sindaco -  ha permesso all’Italia in questi decenni di superare crisi, anche le più gravi e difficili, come la minaccia del terrorismo e quelle economiche, ma ha sempre saputo rialzarsi anche nei momenti più difficili».

LA FIRMA AL CODICE ETICO DA PARTE DI SINDACO E ASSESSORI (l'articolo continua sotto il video)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questo codice etico – ancora Cosolini - che tra poco andremo a firmare io e tutti i candidati della coalizione che mi sostiene, è un documento comprovato e già firmato in diverse altre città, 23 punti che impegnano coloro che firmano il documento ai principi di onestà, di trasparenza e di buon governo della città».

Infine un attacco al rivale Dipiazza: «un altro candidato ha sventolato il foglio della propria fedina penale pulita. Questo non basta, l’onesta va dimostrata nel corso del proprio mandato con le buone azioni ed il buon governo come abbiamo fatto noi, e di esempi ce ne sono tanti dal taglio ai posti nei Cda delle partecipate con un risparmio di oltre 400 mila euro l’anno per le casse pubbliche, alla trasparenza di tutti gli atti al comitato di garanzia che da dato l’ok per le diverse nomine effettuate nel corso del mio mandato».

Poi si è passato al “clou” dell’evento, la firma del documento: prima il sindaco, poi la vice-sindaca Martini e la segretaria regionale Pd e assessora all’educazione Antonella Grim, gli assessori Famulari, Marchigiani e Dapretto e via via tuti gli altri, in rigorosa fila indiana (più o meno, nonostante i tentativi della candidata illyana Frontali di mettere “tutti in riga” invano) a firmare l’impegno. Tra i presenti anche il “transfugo” dal centro-destra Sasco, Francesco Russo con i “Russo-boys”, l’architetto Giovanni Damiani ed i garanti delle firme il pm Raffaele Morvay e Franco Belci.

Per chiunque non sia riuscito a firmare, appuntamento a domani all’Ausonia, dove sarà allestito un banchetto ad hoc.

Allegati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosolini e coalizione firmano il codice etico: «Continueremo a governare con onestà»

TriestePrima è in caricamento