Elezioni comunali 2016

Ferriera, Giorgi (Fi): «Basta malattie, basta area a caldo»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Eh si, c'ero anch'io in piazza ieri, assieme al "Comitato 5 dicembre" e alla migliaia di triestini, per dire basta cancro, basta malattie, basta area a caldo! D'altronde come poteva non esserci visto che, senza ombra di dubbio e senza tema di smentita, ho la certezza di essere il consigliere comunale che di più si è battuto per chiedere la chiusura di quell'area; credo quindi sia giornalisticamente corretto rimarcare la mia presenza in piazza».

«Nell'ultimo anno e mezzo quattro mozioni e cinque domande di attualità, di mia iniziativa, per chiedere l'intervento del sindaco a tutela della salute; una mozione addirittura approvata. che impegnava il primo cittadino ad emettere ordinanze sindacali per limitare l'attività di produzione della ghisa. Guarda caso rimasta tristemente nel cassetto della giunta». 

«Ma fu proprio quella mozione a far dichiarare, in seduta di commissione pubblica, all'assessore Laureni, che con quel documento l'area a caldo della ferriera di Servola andava irrimediabilmente verso la chiusura! Ma evidentemente poi, chiari ordini dall'alto, hanno cambiato questa "percezione" dell'amministrazione».

«Ancora di più sono stato io ad organizzare, assieme al Comitato 5 dicembre, l'incontro tra Roberto Dipiazza ed i cittadini di Servola (soltanto 15 giorni fa) dove il candidato sindaco del centrodestra ha rimarcato, con grande onestà e coerenza, di aver voluto sempre la chiusura dell'area a caldo ma di non essere riuscito, suo malgrado, ad ottenerla. Un dato di fatto: Trieste nel 2016 è incompatibile con l'area a caldo! lo dico da anni, l'ho ribadito ieri in piazza!!! credo sia corretto riportarlo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, Giorgi (Fi): «Basta malattie, basta area a caldo»

TriestePrima è in caricamento