Elezioni comunali 2016

Lavoro, Dipiazza: «Punto centrale nel mio programma, azioni mirate per i triestini»

Lo rileva in una nota il candidato sindaco del centro destra Roberto Dipiazza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«l lavoro è il punto centrale che permea tutto il programma di centrodestra. L’Amministrazione Comunale può attivare tutte quelle leve necessarie per la promozione delle azioni di sostegno all’occupazione e del sistema di integrazione delle politiche attive del lavoro».

Lo sottolinea il candidato Sindaco del centrodestra, Roberto Dipiazza che indica le azioni prioritarie che saranno attuate.

«Gli interventi previsti – afferma Roberto Dipiazza – si estrinsecano nei singoli punti programmatici e hanno l’obiettivo di creare cittadini attivi attraverso azioni mirate, volte ad aiutare le persone nella ricerca di occupazione o di ricollocazione professionale, a promuovere nuove forme di lavoro assieme alle realtà commerciali e imprenditoriali cittadine, ad accompagnare i processi di coworking, a favorire il dialogo tra le parti facilitando l’incontro tra domanda e offerta. Tutto questo attraverso la massima attenzione ai diritti, alla sicurezza sul lavoro e legalità».

«La riorganizzazione e l’efficientamento della macchina comunale, la sburocratizzazione dei procedimenti e delle pratiche – spiega il candidato Sindaco del centrodestra Dipiazza – andranno a liberare risorse che potranno essere impiegate nelle politiche attive del lavoro, mentre gli interventi che si andranno a fare sulla leva fiscale comunale potranno stimolare nuove assunzioni. Inoltre, le nuove sinergie tra il mondo della ricerca e l’impresa e lo sviluppo delle politiche legate al turismo e alla cultura che intendiamo mettere in campo, saranno in grado di creare nuova occupazione specializzata e nell’indotto».

«Fondamentale sarà stimolare tutte le realtà, pubbliche o private, Italiane o internazionali, che operano sul territorio di Trieste a proporre dei progetti concreti da sottoporre alle istituzioni competenti, regionali, nazionali, Europee o multilaterali (ONU), per stimolarne il finanziamento. Sarà questo il compito dell’Assessorato alle relazioni internazionali che agirà da “facilitatore” tra i soggetti intenzionati a sottoporre proposte specifiche, “indirizzando” tali proposte, oltre che nella forma e nel merito della loro formulazione, verso traguardi specifici che possano avere ricadute benefiche sull’intera comunità, in termini di occupazione, sviluppo, coesione sociale, ambiente, sicurezza, e molto altro».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, Dipiazza: «Punto centrale nel mio programma, azioni mirate per i triestini»

TriestePrima è in caricamento