Elezioni comunali 2016

Porto Vecchio, Matejka (Fdi): «Advisor sembra non conoscere città, a Trieste non mancano i teatri»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Qualcuno avvisi l'advisor Ernst&Young che a Trieste non mancano i teatri e che alcuni sono in evidenti difficoltà economiche: che senso ha costruirne di nuovi in Porto Vecchio?
Ma questa è solo una delle domande che suscita la bozza preparata da Ernest e Young sulla riconversione del Porto Vecchio. E c'è da chiedersi se si tratti di una svista occasionale o riveli una conoscenza alquanto superficiale della nostra realtà.

Diego Matejka, candidato alle prossime elezioni comunali nella lista di Fratelli d'Italia a sostegno di Roberto Di Piazza, intende dare voce a coloro che si pongono questa ed altre domande. Per esempio:
Quali strumenti verranno adottati per incentivare il coinvolgimento di manodopera locale a fronte di investimenti in infrastrutture per la ricerca?

Più in generale, è solo un'impressione dovuta allo stadio preliminare del lavoro o anche qui aleggia un'aria dello spezzatino sino a ieri tanto criticato dalla sinistra? Qualcuno ci sta vendendo un vestito cucito con pezze riciclate, ancorché griffato e costoso?

Benissimo, ci mancherebbe, Smart City, la Green Economy il Polo Museale, l'Archeologia industriale - magari si valorizzasse L'Ursus! - ma si tratta di progetti o, una volta ancora, di slogan?
Per tutte queste ragioni credo che Cosolini e la sua giunta dovrà rispondere alla collettività triestina dei molti denari impegnati per il coinvolgimento di questo decantato advisor, sul cui operato emergono già forti perplessità.

Diego Matejka
Candidato al Consiglio Comunale di Trieste per Fratelli D'Italia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Vecchio, Matejka (Fdi): «Advisor sembra non conoscere città, a Trieste non mancano i teatri»

TriestePrima è in caricamento