Domenica, 25 Luglio 2021
Elezioni comunali 2016

Parco pubblico Rio Ospo, Mosetti (Fdi): «Necessaria disinfestazione»

Lo rileva in una nota Daniele Mosetti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Presentato ormai da più d'un mese e operativo da due settimane il parco pubblico di Rio Ospo. Gestito da tre cooperative, un'associazione e un circolo ricreativo è un'area pubblica dedicata ai cani, dotata anche di spazi come aree gioco per i bambini, chioschi, tavoli e panchine per pic-nic e zona ristoro.

Da alcune settimane gli stessi fruitori dell'area denunciano l'assenza d'una misura fondamentale per avviare un'attività dove, i padroni degli animali, si trovano a stretto contatto con i propri amici inseparabili, assieme a bambini e famiglie.

Si tratta della mancata disinfestazione dell'area. Tale attività propedeutica e periodica dell'area consiste nell'uso del setticida per parassiti che son veicolo d'infezione come pulci, zecche e zanzare, a garanzia dell'utenza all'interno dell'area pubblica.

Tale trattamento consente appunto di prevenire situazioni a rischio di diffusione di patologie trasmissibili dai parassiti come la filarosi cardiopolmonare dalla zanzara o come TBE (Morbo di Lyme) e leshmania, in particolar modo se, come alcuni casi di cani adottati in zone d'Italia dove la malattia è endemica, potrebbero generare il contagio leishmaniosi. Una potenziale minaccia per la salute pubblica all'interno del parco.

Precedentemente, con la gestione Fido Lido, i nuovi soci venivano controllati attraverso la richiesta di esibire, all'atto dell'iscrizione, i documenti sanitari, le rispettive vaccinazioni e lo stato di salute del cane. Inoltre l'area veniva periodicamente e regolarmente disinfettata dall'Azienda Sanitaria Locale.

Una gestione che lascia perplessi molti dei fruitori del nuovo spazio pubblico che appunto denunciano la situazione, per evitare di dover curarsi un giorno assieme ai loro fedeli amici e dove l'ASL conferma l'aumento di diffusione a livello regionale per i casi di TBE (Morbo di Lyme) e leshmania, per la quale non esiste cura.

Parco urbano o meno, tutti ben sappiamo che con la salute pubblica non si può scherzare, è necessario quindi applicare i protocolli sanitari prima dell'inaugurazione delle strutture pubbliche, introdurre un maggior controllo in ingresso, dare un servizio efficiente, prioritariamente mirato alla sicurezza di chi usufruisce di questa nuova area, lavorare coscientemente a prevenzione di ogni possibile rischio della salute pubblica.

Si potrebbe suggerire l'obbligo all'ingresso muniti di certificato d'esenzione vermi intestinali, parassiti e malattie oppure compilando un questionario con nome cognome e dati dell'animale per autocertifica, in modo da controllare se dotato di microchip, ormai obbligatorio per legge.

La prevenzione passa inoltre anche attraverso l'informazione. Non tutti sanno che il vaccino per le patologie trasmissibili dalla zecca è gratuito ed è facilmente prenotabile presso le sedi dell'ASL, seppur i tempi della prenotazioni siano piuttosto lunghi vista l'elevata richiesta.

Abbiamo voluto segnalare la situazione dell'area all'Unità Funzionale Disinfezione e Disinfestazione del Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, in modo d'informare l'ente dell'anomalia sanitaria, la quale ci ha confermato che la problematica esposta è in parte di competenza veterinaria e che in tal senso la segnalazione è stata inoltrata per conoscenza alla Segreteria Settore Veterinario che si occupa di disinfestazione.

FdI-AN ha presentato una mozione urgente per chiedere al Sindaco di attivarsi tramite gli uffici competenti per intraprendere un azione urgente assieme ai gestori del Parco pubblico Rio Ospo, al fine che questi possano contattare l'Unità Funzionale Disinfezione e Disinfestazione del Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, in modo che l'intervento di disinfestazione venga realizzato quanto prima.

Sabato 28 maggio alle ore 15:00, saremo assieme al nostro candidato Sindaco Stefano Norbedo sul sito, per sollecitare i gestori a contattare quanto prima l'Unità Funzionale Disinfezione e Disinfestazione, per consentirgli d'intervenire il prima possibile.

Chiedere sicurezza è un diritto, darla è un dovere. Muggia vale di più. Noi ci crediamo. E tu?

Daniele Mosette

Fdi

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco pubblico Rio Ospo, Mosetti (Fdi): «Necessaria disinfestazione»

TriestePrima è in caricamento