Martedì, 3 Agosto 2021
Elezioni comunali 2016

Muggia, il candidato sindaco del centro-destra Norbedo incontra la protezione civile

«Il quadro che emerge è a dir poco preoccupante, dal Piano di Emergenza comunale ad oggi mancante, alla situazione precaria relativa al progetto della nuova sede, alle attrezzature in dotazione alla squadra dei volontari»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima
 

La squadra comunale di Protezione Civile del Comune di Muggia incontra il candidato sindaco di centro-destra Stefano Norbedo e il capolista di FdI-AN Daniele Mosetti. Il quadro che emerge è a dir poco preoccupante, dal Piano di Emergenza comunale ad oggi mancante, alla situazione precaria relativa al progetto della nuova sede, alle attrezzature in dotazione alla squadra dei volontari.

Ogni comune in Italia dovrebbe esser dotato di un Piano di Emergenza comunale, ovvero un protocollo che raccoglie i piani operativi di viabilità ed evacuazione assistita. Muggia attualmente ne è sprovvista, a causa della mancanza dei dati necessari per la sua conclusione. Fin'ora, la documentazione e i rilievi son stati fatti per la stragrande maggioranza dai volontari della squadra comunale e non dagli Uffici che si son sentiti in diritto di delegare il lavoro alla disponibilità della squadra di PC. I dati che mancano però, dovrebbero esser richiesti dagli Uffici del Comune alla sede regionale di Protezione Civile di Palmanova, per esser poi inviati, quando in possesso, nuovamente alla squadra o alla Regione per il completamento del Piano d'emergenza comunale.

Piccoli dettagli amministrativi da sistemare quindi, ma non è così. Tutto rientrebbe appunto nella gestione delle pratiche secondo il buon senso, se non fosse per il fatto che, visto che il Comune non è in possesso del Piano d'emergenza, la squadra di PC si ritrova con il 25% in meno di attrezzature disponibili, mezzi e parte dei DPI (dispositivi di protezione individuale). Parte di questo materiale è ormai scaduto e nonostante il sollecito in Regione fatto 6 mesi fa, non è arrivata ancora nessuna risposta.

Difficoltà quindi a fronteggiare l'imminente stagione estiva, dove spesso si verificano le chiamate di Anti-incendio boschivo sulla provincia di Trieste e dove la squadra di Muggia è spesso coinvolta. A rischio anche il gasolio, ragion di più se attualmente le spese vengono fatte in dodicesimi di Bilancio e dove i costi della squadra di PC sono all'interno delle spese della Polizia Locale, mentre ragionevolmente, queste dovrebbero esser scisse l'una dall'altra.

Incredulità e preoccupazione invece riguardo la situazione attuale relativa alla nuova sede, dove il realizzo è previsto vicino al centro commerciale Free-Time e dove la proroga per il finanziamento scade il 6 giugno. Un finanziamento che Muggia attende da ben 5 anni, incastrato tra fidiussioni e incompetenza amministrativa. Un sede di Protezione Civile, operativa e funzionale solo se concluso il secondo lotto del progetto però e dove la squadra attende che il Comune solleciti Palmanova per avere risposta della richiesta di proroga.

L'impegno puntuale a risolvere quest'emergenza nei tempi più rapidi possibili, per chi delle emergenze si è fatto volontario, è arrivato direttamente da Luca Ciriani, consigliere regionale FdI-AN ed ex-assessore regioanle alla Protezione Civile, dove ieri ha visitato il territorio istro-veneto e che da subito ha fatto propria questa realtà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muggia, il candidato sindaco del centro-destra Norbedo incontra la protezione civile

TriestePrima è in caricamento