Sabato, 25 Settembre 2021
Elezioni comunali 2016

Amministrative, Tuiach sceglie la Lega: «Sono portavoce della normalità»

Corteggiato da Forza Italia e Fratelli d'Italia, Tuiach ha optato per il partito che come lui ha sempre puntato su sicurezza e una politica immigratoria diversa da quella Pd

«Ho preferito la Lega perché Salvini mi piace. Mi piace lui e il suo partito. Ho apprezzato Matteo soprattutto quando ha speso belle parole per gli esuli. Per me che sono figlio di un esule questo ha un significato». Fabio Tuiach, l'ex campione di pugilato e salito agli onori delle cronache locali in qualità di "paladino" della sicurezza quando i topolini e il viale XX settembre sono diventati scena delle guerre tra bande kossovare e serbe, ha fatto la sua scelta: corteggiato da Forza Italia e Fratelli d'Italia, Tuiach ha optato per il partito che come lui ha sempre puntato su sicurezza e una politica immigratoria diversa da quella Pd: «Bisogna rimettere il tetto massimo per i richiedenti asilo perché ne abbiamo troppi e non possiamo farci carico noi di tutto».

«La cosa che mi sta più a cuore e che ritengo fondamentale è la difesa della famiglia tradizionale», spiega Tuiach, padre di tre bambini (l'ultimo arrivato, Jesus, in foto con Salvini); inoltre, a sottolineare la sua fede, il pugile spiega che dopo un periodo difficile della sua vita, dopo il cammino di Santiago e «da quando ho preso in mano la Bibbia, la mai vita è cambiata».

«Sarò nelle liste come tantissima altra gente e per me sarà una bella esperienza; la politica è una passione come lo sport, ma resto un pugile in attività e conto di tornare campione. Mi sono fatto portavoce della normalità, un uomo comune con tre figli che alterna il lavoro al porto con l'attività di pugile professionista».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative, Tuiach sceglie la Lega: «Sono portavoce della normalità»

TriestePrima è in caricamento