Domenica, 19 Settembre 2021
Elezioni comunali 2016

Diritto allo studio, in un video le domande dell'Unione degli Studenti. I candidati Pd rispondono

In un video pubblicato su Facebook le domande della sezione triestina dell'Unione degli Studenti a tutti i candidati sindaco. A stretto giro la risposta di Cosolini e Russo. Probabile un confronto pubblico tematico tra i due sabato alle 15.45

L'Unione degli Studenti, cogliendo l’occasione delle Primarie del Pd di domenica, ha posto alcune domande sul mondo giovanile  ai candidati sindaci di tutti gli schieramenti, chiedendo esplicitamente «di assumere una posizione chiara su alcune delle proposte che negli ultimi anni sono state promosse da centinaia e centinaia di studenti medi della città attraverso diverse mobilitazioni».

In particolare le questioni poste sono state 3

1. Sconti per gli studenti sulle tariffe dei trasporti pubblici

2. Entrata gratuita per i soggetti in formazione nei musei comunali

3. Spazi gratuiti per le associazioni culturali o no profit attive nel territorio, per riattivare socialità e mutualismo

Nel video, diversi ragazzi hanno raccontato le loro testimonianze, proponendo idee e domanda ai candidati., come Alessandro del Liceo Oberdan a che ha affermato come «sia assurdo che ragazzi e famiglie debbano pagare (inteso anche come mezzi di trasporto) per frequentare la scuola e per assicurarsi il diritto allo studio che è un diritto previsto dalla Costituzione. Sarebbero disposti i candidati sindaco a dare la completa gratuità degli abbonamenti del bus ai ragazzi che vivono nei rioni periferici di Trieste o nei comuni della Provincia finanziare fondi per scontistiche ad hoc almeno nelle fascia d'orari delle lezioni».

Amrit, studente del liceo Alighieri, propone invece ai candidati «di mettere a disposizione degli spazi per le associazioni culturali no-profit per poter svolgere attività mutualistiche e attività di carattere culturale».

Haron del liceo sloveno Preseren chiede ai candidati di «dare degli spazi autogestiti ai cittadini per creare il senso di comunità ed in cui gli stessi possano sviluppare i loro progetti e le loro attività».

Andrea, coordinatore provinciale Unione degli Studenti, afferma che «a Trieste vengono chiusi sempre più spazi di socialità. Gli studenti non sanno dove andare. In città ci sono molti spazi abbandonati di proprietà del comune a cui basterebbe una semplice ristrutturazione per poter essere accessibili. A Trieste ci sono diverse associazione cultuali e no-profit che non hanno attualmente una sede. Diverse di queste sono associazione che rendono viva la città, che le permette di avere un po’ di “colore”  in tutto questo grigiore che ci circonda».

Vittoria del liceo Dante chiede ai candidati se sarebbero disposti a garantire «l’entrata libera a musei , concerti e altri attività culturali».

A stretto giro, sempre con un video, è arrivata la risposta del sindaco in carica Roberto Cosolini e dello sfidante alle Primarie PdFrancesco Russo ((anche se, come più volte affermato dall'Unione degli studenti, le domande sono poste a tutti candidati sindaco, ci auguriamo che anche altri possano rispondere punto per punto)».

Il sindaco ha affermato «cari studenti vi rispondo con la consueta sincerità di chi sta amministrando la città da cinque anni, sa che deve mantenere gli impegni e conseguentemente non può fare qualsiasi tipo di promessa. Inizio dicendo che abbiamo introdotto la gratuità dei musei per tutti i cittadini una volta al mese, primo passo per incentivare la fruizione ai musei della città. Questo potrebbe essere il punto di partenza per introdurre nuove giornate gratuite dedicate a tutta la popolazione studentesca delle scuole e dell’Università».

Per quanto riguarda gli spazi di aggregazione, Cosolini afferma che «più che promesse posso iniziare a raccontare dei risultati. Forse avrete sentito che il padiglione “Ralli” dell’ex ospedale psichiatrico di San Giovanni sarà destinato a questo tipo di finalità così come prestissimo andranno al bando dieci locali al piano terra della zona Urban che chiameremo il “quartiere dei giovani”, dove ci saranno anche i famosi 60 appartamenti riservati ai giovani e dove ci sarà spazio anche per le associazioni giovanili».

Riguardo le agevolazioni dei bus Cosolini conclude spiegando che «non è competenza del Comune. La politica del trasporto pubblico locale, ivi compresa quella tariffaria la fa la regione. Ma non voglio trincerarmi dietro questa risposta corretta. Già qualche anno fa abbiamo cercato di incorporare all’interno della tasse universitarie il trasporto urbano gratuito. Non è stato fatto nulla non per mancanza di volontà del Comune, che pure aveva stanziato dei fondi ad hoc. La gratuità totale non credo sia possibile, in quanto tale diritto dovrebbe essere esteso a tutti i cittadini, come quelli che vanno a lavorare, piuttosto a quelli che vanno a fare le prove del sangue. Sulle agevolazioni tariffarie credo sia opportuno ragionare soprattutto ragionando sulle fasce più disagiate della popolazione».

Lo sfidante Francesco Russo invece ha postato sulla sua pagina Facebook la risposta  spiegando come «Cara Unione degli Studenti, rispondo volentieri alle vostre domande e, anzi, rilancio. Che ne dite di organizzare un incontro sabato alle 15.45 anche con Roberto Cosolini?».

«Nel frattempo – spiega Russo  - riguardo alle vostre richieste rispondo così:

1- mi impegno a lavorare assieme a Trieste Trasporti per cercare la soluzione migliore per riuscire a offrire sconti dedicati agli studenti negli orari precedenti e successivi allo svolgimento delle lezioni.

2- mi impegno a rendere gratuite le entrate ai musei comunali agli studenti under 18.

3- Sugli spazi dedicati ai giovani, sono talmente d'accordo da avervi preceduto: nel mio "tour metropolitano" ho portato già più di 200 cittadini a visitare il Gasometro Storico, una struttura dal punto di vista architettonico stupenda, ormai abbandonata e grande tre volte piazza Oberdan».

«Lì – conclude - , io sogno un grande centro polifunzionale per i giovani. Se volete, anche prima di domenica, organizziamo un tour solo per voi, magari con un architetto. Per immaginare insieme un pezzo della città del futuro in cui i protagonisti siate davvero voi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diritto allo studio, in un video le domande dell'Unione degli Studenti. I candidati Pd rispondono

TriestePrima è in caricamento